salvare la tecnica classica

Qui si possono avviare nuove discussioni che non trovano lo spazio adeguato nelle aree specifiche
Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 8 gen 2015, 15:40

Che ne pensate?

http://www.skitime.it/index.php/news/sc ... a-classica


********
Intanto questo è ciò che penso io:
Ottima analisi, tanti di noi sono in sintonia! Norme tecniche da rispettare con limitazioni sui materiali, lo si fa in sport dove girano soldi a livelli astronomici, perché qui non si può?
Materiali da tc obbligatorio con misure da rispettare (minima lunghezza sci e massima bastoncini in proporzione dell'atleta, scarpe da tc obbligatorie)
Aggiungo:
-ripristino delle lunghe distanze a TC a CRONO!!!
-NO sprint a TC!
-Cermis a TC con obbligo di sciolina o pelli e non scherzo!
- battitura piste per gare in tc in modo più spartano
- visione filmati di atleti pre-dhaelie, lui compreso, per vedere cosa abbiamo perso

Riflessione: cerco di far conoscere il fondo a intere famiglie; non posso far vedere loro la marcialonga in classico. Quasi nessuno capirebbe che c'è eleganza nella scivolata spinta, argomento meramente tecnico, eleganza che effettivamente NON c'è nelle salite più ripide dove lo stile è quello di un sollevtore di pesi stitico e per giunta dopato. Allo sciatore discesista della domenica sembrano gente che non sanno sciare e non posso dargli torto. Ormai fanno più passo alternato gli sci-alpinisti che non i fondisti. Aggiungo ancora che il ciclismo non si è venduto così alla (tele)visibilità e gode di ottima salute. Meditate.

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 8 gen 2015, 15:59

Articolo inattaccabile. Sono pienamente daccordo.
Complimenti all'autore che ha posto il problema, ponendo pure le soluzioni.
L'unica è intervenire a livello regolamentare.
Chi guarda la marcialonga senza conoscere lo sport, si allontana sicuro dallo sci di fondo.
Come dice leprebianca: "fanno più passo alternato gli sci-alpinisti che non i fondisti".

migly
Messaggi: 1548
Iscritto il: 25 dic 2004, 11:53

Messaggioda migly » 8 gen 2015, 17:31

Comprendo il problema, ma non sono d'accordo. Se si va più veloce a spinta che a passo alternato non ha senso imporre quest'ultimo. Sarebbe come (esagero) imporre le rotelle ai ciclisti perché vanno troppo veloce.
Anche a me non piace (piaceva?) vedere gare disputate totalmente a spinta, però se l'evoluzione della tecnica e della preparazione atletica portano in quella direzione, non mi sembra corretto mettere un freno per via regolamentare.

Mia, personalissima, opinione.

Mat.

www.migly.it

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 8 gen 2015, 20:00

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Mia, personalissima, opinione.
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
<img src=faccine/1.gif border=0 align=middle> Un forum è fatto di opinioni personali.
È un'osteria virtuale dove le idee diverse sono all'ordine del giorno.

Io penso che delle variazioni servirebbero.
In Formula 1 i continui progressi tecnologici sono vincolati da regolamenti che cambiano ogni anno.

luca72comasina
Messaggi: 1224
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Messaggioda luca72comasina » 8 gen 2015, 20:35

personalmente mi associo a migly...
<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Comprendo il problema, ma non sono d'accordo. Se si va più veloce a spinta che a passo alternato non ha senso imporre quest'ultimo. Sarebbe come (esagero) imporre le rotelle ai ciclisti perché vanno troppo veloce.
Anche a me non piace (piaceva?) vedere gare disputate totalmente a spinta, però se l'evoluzione della tecnica e della preparazione atletica portano in quella direzione, non mi sembra corretto mettere un freno per via regolamentare.

Mia, personalissima, opinione.

Mat.

www.migly.it
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 9 gen 2015, 0:07

le opinioni sono tutte rispettabili.
faccio notare che, ad esempio nel nuoto, si va anche a rana ma è molto più veloce lo stile libero. Che il peso limite per le bici da corsa in gara è superiore a quello di alcune specialissime in commercio. Che se la gente si allontana (o non si avvicina) al fondo per "colpa" di questa deriva ci rimette tutto il movimento, tutto il settore. Che preservare una varietà di gesti tecnici è necessario, non si può sacrificare un bagaglio così importante perchè a qualcuno rende di più così; credo non sia mai successo in nessuno sport!

max71
Messaggi: 667
Iscritto il: 9 gen 2007, 16:50

Messaggioda max71 » 9 gen 2015, 11:26

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
le opinioni sono tutte rispettabili.
faccio notare che, ad esempio nel nuoto, si va anche a rana ma è molto più veloce lo stile libero. Che il peso limite per le bici da corsa in gara è superiore a quello di alcune specialissime in commercio. Che se la gente si allontana (o non si avvicina) al fondo per "colpa" di questa deriva ci rimette tutto il movimento, tutto il settore. Che preservare una varietà di gesti tecnici è necessario, non si può sacrificare un bagaglio così importante perchè a qualcuno rende di più così; credo non sia mai successo in nessuno sport!
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>Concordo! E aggiungo che molte delle argomentazioni contro l'introduzione di nuovi "paletti" per preservare il classico si sarebbero potute applicare anche contro la suddivisione classico vs pattinato: il pattinato rende di piu' e i materiali dello skating sono piu' veloci, tuttavia si sono introdotte le gare in tecnica classica per evitarne la scomparsa. Io credo che vedere gare di sola spinta (in certi tratti del percorso esteticamente orribile) sia equivalente alla scomparsa del classico. Credo che occorra preservare comunque (non so come) la liberta' dello sciatore nell'adattare il passo (spinta, passo spinta, alternato, ...) al tratto di percorso, ai materiali, allo stato di forma, ecc. Per me e' bello ad esempio vedere che un Northug a Dobbiaco faceva certi tratti di salita in corto e qualcun altro in doppio - poi ha vinto lui....

aguarana
Messaggi: 611
Iscritto il: 29 ott 2009, 17:18

Messaggioda aguarana » 9 gen 2015, 12:00

Non riesco a leggere l'articolo cmq secondo me l'uso delle sole braccia è per i soli pro o quasi pro, nel caso della Marcialonga si potrebbe allungarla e metterci qualche salita seria in più ( ad esempio a Tesero fare tutto l'anello)!

berthoh
Messaggi: 274
Iscritto il: 9 mar 2012, 0:12

Messaggioda berthoh » 9 gen 2015, 12:49

premessa: appassionati di scioline, non insultatemi!
La soluzione è di una banalità tale che si evita di citarla: "prewaxed". O simile. Cioè lo sci controllato al via e all'arrivo deve avere una zona di tenuta con grip minimo.

Tutto il resto scusate ma è un insieme di inutili bizantinismi, come il confine tecnica classica-pattinato applicato anche oggi: non è chiaro. Infatti l'autore sostiene che ogni tanto qualcuno pattina e i giudici non sanzionano. Perchè? perchè la distinzione non è chiara.

L'unica è avere uno sci che convenga usare sciando in classico.

max71
Messaggi: 667
Iscritto il: 9 gen 2007, 16:50

Messaggioda max71 » 9 gen 2015, 13:23

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
premessa: appassionati di scioline, non insultatemi!
La soluzione è di una banalità tale che si evita di citarla: "prewaxed". O simile. Cioè lo sci controllato al via e all'arrivo deve avere una zona di tenuta con grip minimo.

Tutto il resto scusate ma è un insieme di inutili bizantinismi, come il confine tecnica classica-pattinato applicato anche oggi: non è chiaro. Infatti l'autore sostiene che ogni tanto qualcuno pattina e i giudici non sanzionano. Perchè? perchè la distinzione non è chiara.

L'unica è avere uno sci che convenga usare sciando in classico.

<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>Interessante e non cosi' banale... ma come stabilisci la soglia? Esiste una soglia minima ragionevole per tutti? Gli atleti piu' bravi tecnicamente sono quelli che riescono a far tenere gli sci con la verde stick quando io uso la viola... e questa differenza va preservata secondo me!
Una cosa che mi piacerebbe sapere e' se il vantaggio di usare solo le braccia si ha anche in salita oppure e' relativo alla compensazione che si ha in falsopiano/piano/discesa. Ad esempio: se alla marcialonga tutti si fermassero prima della cascata - mettiamo un minuto - e potessero sciolinare, converrebbe (ai prof) farla comunque con sola paraffina?

aguarana
Messaggi: 611
Iscritto il: 29 ott 2009, 17:18

Messaggioda aguarana » 9 gen 2015, 13:57

alla vasalopped i professionisti usano la sciolina di tenuta?

AndreaPD
Messaggi: 663
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Messaggioda AndreaPD » 9 gen 2015, 14:39

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
alla vasalopped i professionisti usano la sciolina di tenuta?


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

NO, vanno di braccia per tutti i 90 km....

AndreaPD
Messaggi: 663
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Messaggioda AndreaPD » 9 gen 2015, 14:43

Concordo in pieno con l'articolo (di Marco Selle, che stimo moltissimo come allenatore), certo che le soluzioni, come dimostrano i vostri interventi, non sono semplici...però la sola spinta di braccia è davvero brutta e noiosa, da vedere, anche se invidio chi la regge!

Il fatto poi che si sia costretti a continui cambi di corsia per rilanciare l'azione porta anche a rovinare il binario in breve tempo, ed inoltre in molte granfondo si conoscono i personaggi che fanno tutto e sempre si braccia, ma poi...pattinano allegramente senza problemi, e non ci possono certo essere giudici dappertutto...

Concludo dicendo che a mio parere qualcosa va fatto, anche se non so bene cosa!!

Andrea

cactaceo
Messaggi: 2079
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 9 gen 2015, 14:45

La scivolata spinta è un passo del Classico, o vieti quello o di rimedi ne vedo pochi.

Alla Vasaloppet i prof non sciolinano, poi se in un anello come quello di Dobbiaco, che è abbastanza duro, Poltoranin non sciolina e non è neanche uno specialista, figuratevi i Fratelli Auckland come lo farebbero??? Anche una GF come la Birke che ha un profilo altimetrico di rispetto si fa senza sciolina !!!!

vito
Messaggi: 211
Iscritto il: 27 mar 2006, 18:32

Messaggioda vito » 9 gen 2015, 15:05

costringere in certi tratti gli atleti ad effettuare il passo alternato!!!! semplice, è anni che lo dico...

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 9 gen 2015, 17:29

Il problema è evidente, la soluzione non semplice.
È indubbio che le evoluzioni a livello di materiali e preparazione atletica comportino degli stravolgimenti tecnici, che, talvolta rischiano di impoverire lo sport.
Gli ambiti di intervento possono essere vari; non sono d'accordo con soluzioni troppo rigide, come imporre il tipo di passo da effettuare agli atleti, ma ad esempio intervenire sulle attrezzature rendendo obbligatorio l'utilizzo di quella da classico, con gli sci che debbano avere un ponte minimo, non paraffinato e sciolinato.
Anche l'indicazione che nelle gare distance e nelle granfondo sia vietato cambio di binario se non per il sorpasso mi sembra logica.
In ultimo si può Intervenire anche sui tracciati limitando i tratti di scivolamento rendendo quindi la scivolata spinta meno competitiva.
Per quanto riguarda la Marcialonga e cascata in particolare, affrontarla in scivolata spinta è vincente perché si arriva all'attacco senza sciolina e doverla mettere in autonomia fa perdere tempo, se fosse possibile avere un paio di sci sciolinati, il passo alternato risulterebbe vincente, quindi il problema non è la salita finale, ma i precedenti 67 km.

"Lo sci da sciolinare resta lo strumento principale per fare fondo" by Rosqua

max71
Messaggi: 667
Iscritto il: 9 gen 2007, 16:50

Messaggioda max71 » 9 gen 2015, 18:25

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Per quanto riguarda la Marcialonga e cascata in particolare, affrontarla in scivolata spinta è vincente perché si arriva all'attacco senza sciolina e doverla mettere in autonomia fa perdere tempo, se fosse possibile avere un paio di sci sciolinati, il passo alternato risulterebbe vincente, quindi il problema non è la salita finale, ma i precedenti 67 km.
"Lo sci da sciolinare resta lo strumento principale per fare fondo" by Rosqua
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>Sarei curioso comunque di sapere quanto si perde (se si perde!) a livello professionistico con la paraffina sulla salita della cascata rispetto alla sciolina... perche' non credo che buttare su un po' di stick e tirarla richieda cosi' tanto... 30 secondi? 1 minuto?

ghizlo
Messaggi: 416
Iscritto il: 22 dic 2005, 17:08

Messaggioda ghizlo » 9 gen 2015, 19:54

Guardando la classifica della One Way Final Climb, che rileva i tempi della salita di Cavalese, si vede che i migliori sono risultati essere ancora i soliti Aukland, Tynell, Brink e compagnia bella... tutti i che sono saliti a spinta di braccia.

Probabilmente anche in salita la scivolata batte il passo alternato...

<img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>

Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 9 gen 2015, 21:02

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Guardando la classifica della One Way Final Climb, che rileva i tempi della salita di Cavalese, si vede che i migliori sono risultati essere ancora i soliti Aukland, Tynell, Brink e compagnia bella... tutti i che sono saliti a spinta di braccia.

Probabilmente anche in salita la scivolata batte il passo alternato...

<img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Non si discute che sia un passo più veloce!
Si discute se darsi da fare per preservare la varietà di passi o lasciare che lo sci di fondo agonistico muoia nella monotonia portandosi dietro tutto il movimento.

Etneo
Messaggi: 466
Iscritto il: 14 dic 2011, 17:51

Messaggioda Etneo » 9 gen 2015, 21:08

Articolo interessante e meritevole dei numerosi, altrettanto interessanti interventi che precedono quello del sottoscritto. Grazie Leprebianca per averlo sottoposto all'attenzione del forum.
Dal canto mio, posso umilmente riportare le parole di un Maestro col quale ho condiviso il problema tempo fa: "Pompare di sola scivolata spinta NON è sciare!". L'esclamazione è intrisa di stizza - è evidente - e tradisce anche un po' di nostalgia, ma come non essere d'accordo!?

Tuttavia, mi trovo d'accordo con Migly: non è lecito porre un freno all'evoluzione spontanea della tecnica. E' proprio nella perenne tensione al superamento dei suoi stessi limiti, infatti, che si coagula l'humus necessario allo sviluppo di quegli adattamenti che tanto apprezziamo una volta consolidati e "codificati". Sapete, recentemente mi è capitato di godermi delle gare in pattinato col commento di un Bragagna ancora agli esordi... e mi ha sorpreso non poco notare le differenze fra lo stile di quei gloriosi atleti e quello, decisamente più fluido, degli attuali campioni.

La soluzione? Regolamentare sì, limitare no: forse le Sprint in scivolata spinta diventeranno una specialità per dare a chi l'avrà sviluppata di più la possibilità di esprimersi meglio in classifica, preservando così l'integrità e la ricchezza della TC in altre competizioni. Chissà... non vi pare?

<b>Etneo</b>

<i>___un inverno senza neve è come sabbia senza il mare___</i>


Torna a “Di tutto un po'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti