SCI DI FONDO: ultimo numero

Qui si possono avviare nuove discussioni che non trovano lo spazio adeguato nelle aree specifiche
AndreaPD
Messaggi: 639
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda AndreaPD » 16 feb 2017, 13:51

E' con un po' di tristezza che ho letto stamattina l'articolo di Carlo Brena....praticamente un addio alla rivista, ed una lucida disanima di uno sport che va tramontando in Italia, come confermato anche dal nostro forum oramai spopolato......

Ciao

Andrea

Marcotto
Messaggi: 452
Iscritto il: 3 feb 2012, 10:30

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda Marcotto » 16 feb 2017, 14:15

Il fondo tra i giovani non va perché è fatica, non è stile, non è di moda.Del panorama non glie ne frega a nessuno, è già un miracolo se uno su cinquecento prende una fat bike elettrica per farsi una pista ciclabile. Iscritti al forum sotto i 35 anni? Ci siamo già risposti...
La neve è sempre meno e lontana, le autostrade costano e così a volte ti passa la voglia. Le granfondo danno l'idea sempre più di business, organizzate da chi bada più al portafoglio che alla passione (Engadin Night Run a 76 euro per 17 km e Sgambeda a 90 euro per sentirti un criceto)....poi ti organizzano una garetta vicino a casa, ma se non sei tesserato fisi, pur avendo fatto la visita medica agonistica, non ti lasciano correre...e di professionisti non ce ne sono perché col fondo non ci vivi...ma dove vogliamo andare se pure la gara delle gare, la SNC, che altro non è che la festa annuale dello ski-nordik forum, viene annullata per mancanza di iscrizioni?

oldani75
Messaggi: 558
Iscritto il: 14 nov 2007, 11:35

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda oldani75 » 16 feb 2017, 15:25

Se fosse veramente l'ultimo, avrò l'onore di aver scritto un articolo su questo numero.
Non credo sia la morte del fondo ... con annate con più neve, e con i cicli storci, si riprenderà ... speriamo.
Come il running, il tennis o altri sport che sembravamo scomparire, e adesso si son ripresi, speriamo accada anche per il fondo.

skiatore
Messaggi: 157
Iscritto il: 21 ott 2009, 18:15

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda skiatore » 16 feb 2017, 15:35

Ma no dai non è proprio morto... Diciamo che non sta molto bene come gran parte dello sport in Italia... Parlo principalmente dello sport a livello giovanile più che amatoriale... I problemi sono sicuramente tanti come diceva marcotto ma quello veramente grave è che non nevica più... Nelle annate nevose vedi proprio la differenza della gente che pratica lo sci (e includo anche la discesa e lo ski alp nel discorso)... E poi diciamo la verità che ci manca anche il Campione che sappia infiammare i tifosi, per intenderci un Tomba o un Pantani che sono in grado di attirare la massa... Per i giornali mi sa che già è difficile sopravvivere alla concorrenza di internet se poi ancora ci aggiungiamo tutti questi fattori... Comunque buone sciate a chi ancora tiene botta :beer:

davide1967
Messaggi: 495
Iscritto il: 4 apr 2006, 13:49

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda davide1967 » 16 feb 2017, 16:50

Io opero anche nel mondo del ciclismo e vedo che anche lì c'è una continua diminuzione dei ragazzi che provano la carriera agonistica, ma soprattutto perchè c'è molta concorrenza di altri sport che prima non si praticavano, ecco che ora si pratica nuoto, karate, scherma, danza, ginnastica artistica e ritmica, ecc., e si comincia molto presto.Vedo invece che in località dove è difficoltoso praticare altro, tipo alcuni paesi dell' Appennino Emiliano, il reclutamento da parte delle società è molto efficace, e mi pare che i ragazzi siano veramente entusiasti di fare sci di fondo.
Per quanto riguarda gli adulti invece le motivazioni del calo di praticanti credo siano quelle da voi enunciate, cioè poche precipitazioni nevose, crisi economica, mancanza di campioni che trascinano.Quando ho cominciato io, qualche anno fa ero riuscito a trascinare un pò di amici, ma poi questi non avendo il mio stesso entusiasmo, appena sono insorte le difficoltà di cui sopra, hanno dirottato la loro attenzione verso il ciclismo che ha caratteristiche simili al fondo, ma è molto più semplice da praticare.

luca72comasina
Messaggi: 1217
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda luca72comasina » 16 feb 2017, 19:15

in effetti ci sono anche altri fattori oltre a quelli elencati (che condivido anch'io) e sono anche:

a) tanta gente - specie i giovani - ama sempre meno il freddo e quindi la pratica sportiva invernale
b) gli stramaledetti smartphone, i-phone etc che rincog.....i giovani distraendoli da un po' di sano sport

Non condivido piu' di tanto solo il discorso legato alla mancanza di campioni (pero' Pellegrino ed altri, anche nel biathlon, ci sono....), alla fine uno sport piace o non piace a prescindere, io ad es non mi avvicinerei mai a uno sport come l'equitazione che mi sta sulle palle perché lo associo a riccastri e nobilastri nemmeno se ci fossero 1000 campioni in questa disciplina.
Temo pero' che i cambiamenti globali climatici siano irreversibili e le nevi di una volta saranno sempre di piu' un ricordo...

run65
Messaggi: 643
Iscritto il: 16 gen 2009, 10:52

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda run65 » 17 feb 2017, 11:55

skiatore ha scritto:Ma no dai non è proprio morto... Diciamo che non sta molto bene come gran parte dello sport in Italia... Parlo principalmente dello sport a livello giovanile più che amatoriale...


mi spiace per "sci di fondo"...(tra l'altro..dopo tanti anni di acquisto in edicola...mi sono/ero abbonata proprio quest'anno...)...

e sul declino dello sci in italia veramente da disamina è ampia e complessa...
la neve che non c'è o scarseggia influisce sicuramente...ma ci sono veramente tanti fattori ...

AndreaPD
Messaggi: 639
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda AndreaPD » 20 feb 2017, 10:18

Condivido molte cose dette....

Però nessuno ha raccolto il mio pensiero riguardo al nostro forum che sta pian piano morendo (un solo dato? Guardate il numero di messaggi quest'anno rispetto agli anni scorsi).....

Ciao

Andrea

davide1967
Messaggi: 495
Iscritto il: 4 apr 2006, 13:49

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda davide1967 » 20 feb 2017, 11:05

Effettivamente in tanti sono spariti dal forum, anche personaggi "storici", spero che i nuovi arrivati partecipino attivamente perchè è troppo bello poter condividere la propria passione con chi sa apprezzarla.

vito
Messaggi: 211
Iscritto il: 27 mar 2006, 18:32

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda vito » 20 feb 2017, 14:55

l'avevo scritto già l'anno scorso, il fondo in Italia sta scomparendo, tiene solo la provincia di BZ grazie alla neve artificiale e alla mentalità tedesca- qui a brunico ho sciato tutto l'inverno, fondo e discesa su neve finta e con molti ragazzi/ragazze degli sci club, tutti di lingua crucca- livigno e qualche località dell'alto Piemonte il resto stop- lo sci fondo sarà solo Svizzera, Austria, Est europa Scandinavia, e qualche località nelle alpi francesi, saluti Vito :indian: :indian:

luca72comasina
Messaggi: 1217
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda luca72comasina » 20 feb 2017, 19:46

io non sono d'accordo sul fatto che il fondo stia scomparendo ....la neve artificiale esiste ormai in molti CF, in Lombardia c'è anche in piste non certo grandi come Clusone, Primaluna, Roncobello, Lenna, Cunardo.......Poi il fondo non è solo nei siti citati, ci sono tantissime altre localita' rinomate, da Schilpario, al Piemonte Orientale (pensa a posti come Pragelato, alla prov. di Cuneo), c'è la VdA, il Veneto, il Friuli, in prov. di Modena ci sono due CF di primissimo livello ...anche in Molise c'è una localita' famosa per il fondo. E c'è il Trentino ovviamente. Non sarei cosi' pessimista, certo i problemi non mancano ma da qui a sparire ce ne corre. Forse resteranno in piedi i CF piu' grandi, ad alta quota ed organizzati e le piccole realta' che hanno intelligentemente puntato su una pista molto corta ma ben tenuta e cosi' piu' comoda da innevare artificialmente ( e io mi sono tante volte piu' divertito a Primaluna e a Cunardo che in VdA).....poi se i ragazzi di lingua italiana di Brunico - Bruneck non sono attratti dal fondo...magari provate a coinvolgerli! Per noi che abitiamo in pianura e la pista piu' vicina è a 1h 20min di macchina certo è piu' difficile contagiare qualcuno con la nostra passione , ma per chi ha le piste sotto casa magari è piu' facile........

vito
Messaggi: 211
Iscritto il: 27 mar 2006, 18:32

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda vito » 20 feb 2017, 22:19

qui gli italiani di lingua italiana che sciano fanno discesa- a parte me e pochissimi altri- clara e noekler sono di Brunico ma di lingua tedesca, idem la Wierer e tanti altri, per gli italiani fa più moda la discesa e pure tra i turisti italiani quasi nessuno fa fondo eccetto qualche over 60.....

run65
Messaggi: 643
Iscritto il: 16 gen 2009, 10:52

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda run65 » 21 feb 2017, 12:37

mah...si situazione dello sci di fondo è sicuramente critica ma in realtà io vedo critica la situazione di tanti altri sport sopratutto "di fatica" (atletica e bici in primis...)..
però è anche vero che rispetto "ai nostri anni " (e intendo quelli nati negli anni 60 - 70) i giovani sono numericamente meno...quindi meno bacino di utenza, più possibilità sportive, più "distrazioni" anche virtuali...
insomma il problema è complesso...

concordo con Luca72 che la neve artificiale esiste in molti centri fondo...(in friuli venezia giula quasi tutte le piste di fondo hanno il loro "cannone"...) ...

snevolo
Messaggi: 3136
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda snevolo » 25 feb 2017, 20:45

Mi dispiace molto... per la rivista, per i giornalisti della rivista, per noi, la neve e lo sci di fondo.

ALPO
Messaggi: 246
Iscritto il: 5 gen 2009, 15:46

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda ALPO » 26 feb 2017, 21:30

Prima di arrendermi al cambiamento climatico che non fa più nevicare, mi piace pensare che negli ultimi dieci anni ci sono stati questi tre inverni di fila senza nevicate "normali", ma ce ne sono stati anche altri tre con metri e metri di neve.
La disaffezione ai forum io credo non sia correlata alla perdita di praticanti dello sci di fondo, ma allo spostamento su altri mezzi, altri social, fb su tutti. Che in quegli spazi poi non si dica nulla, non si articoli un ragionamento, ma ci si limiti a postare le foto di ogni atto del quotidiano esistere... è un altro discorso ancora.
Lo sci di fondo, almeno qua da me in Trentino, patisce molto la "concorrenza" dello sci alpinismo. A differenza di quanto accadeva venticinque anni fa, ora chi ha voglia di far fatica sulla neve, pensa allo sci alp. Che infatti, pur patendo ovviamente la mancanza di neve, non è in crisi (di praticanti, di vendite, di maratone) come il nostro amato sci di fondo. Vorrei sbagliarmi, ma temo che nella percezione generale sci alp sia "cool", sci fondo sia "out".
Condivido comunque le considerazioni sulla maggior "comodità" del praticare ciclismo, e sull'aumento del numero di sport offerti ai ragazzi (trovo molto interessante la percezione di davide1967 per le zone periferiche come l'Appennino)

snevolo
Messaggi: 3136
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda snevolo » 27 feb 2017, 0:07

Se il problema fosse lo spostamento da sci di fondo a sci alpinismo, non lo vedrei un problema, ma un arricchimento.

Vado a fondo
Messaggi: 66
Iscritto il: 15 mar 2011, 11:04

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda Vado a fondo » 27 feb 2017, 12:53

Che culo! Mi sono appena abbonato...

rosqua
Messaggi: 2285
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda rosqua » 14 mar 2017, 14:39

ALPO ha scritto:Prima di arrendermi al cambiamento climatico che non fa più nevicare, mi piace pensare che negli ultimi dieci anni ci sono stati questi tre inverni di fila senza nevicate "normali", ma ce ne sono stati anche altri tre con metri e metri di neve.
La disaffezione ai forum io credo non sia correlata alla perdita di praticanti dello sci di fondo, ma allo spostamento su altri mezzi, altri social, fb su tutti. Che in quegli spazi poi non si dica nulla, non si articoli un ragionamento, ma ci si limiti a postare le foto di ogni atto del quotidiano esistere... è un altro discorso ancora.
Lo sci di fondo, almeno qua da me in Trentino, patisce molto la "concorrenza" dello sci alpinismo. A differenza di quanto accadeva venticinque anni fa, ora chi ha voglia di far fatica sulla neve, pensa allo sci alp. Che infatti, pur patendo ovviamente la mancanza di neve, non è in crisi (di praticanti, di vendite, di maratone) come il nostro amato sci di fondo. Vorrei sbagliarmi, ma temo che nella percezione generale sci alp sia "cool", sci fondo sia "out".
Condivido comunque le considerazioni sulla maggior "comodità" del praticare ciclismo, e sull'aumento del numero di sport offerti ai ragazzi (trovo molto interessante la percezione di davide1967 per le zone periferiche come l'Appennino)


un "condivido" e un .thumbup:

mi voglio agganciare a questo ragionamento di Alpo, che trovo sia uno che centra abbastanza il bersaglio, per cercare di capire le trasformazioni che investono questo nostro amato sport...
ho notato anche io lo spostamento verso lo scialp, in senso generale (da noi al centro è sempre stato più praticato per via della mancanza di piste), che a parte tutto credo dia emozioni uniche...
però mi chiedevo se anche noi non abbiamo la nostra parte di responsabilità nel dare del fondo un'idea sbagliata... mi riferisco per esempio a quegli stupidi che continuano a trasmettere l'idea che per fare fondo basti "camminare con gli sci", oppure quando consigliamo ai principianti di usare indumenti di "seconda mano", riciclati dalla corsa, dal ciclismo ecc. come se il fondo fosse la cenerentola di casa, il fratello minore che indossa gli abiti dismessi dal maggiore... anche su questi aspetti - solo apparentemente superficiali - manca quell'orgoglio che consente ai praticanti di uno sport di riconoscersi attraverso segni distintivi...
ma dico, guardate i ciclisti - e per ciclisti intendo quelli di strada - come sono sempre in tiro, maglietta e pantaloni abbinati, casco di tendenza, scarpe adatte... un ciclista non trascura gli aspetti estetici, mentre noi abbiamo criticato una ragazza che andava fiera dei suoi materiali abbinati tra loro...
da qui l'idea che il fondo sia uno sport per poveracci il passo è breve, molte idee sono veicolate da elementi esteriori, lo sappiamo bene la funzione svolta dai nostri cappellini!
il ciclismo è più facile da praticare, senza dubbio, ma NON E' UNO SPORT CON LA NEVE! lo sci è un tutt'uno con la neve, non si può dire di amare il fondo se non si ama anche la neve, che non è un semplice mezzo, come alcuni erroneamente credono... ci sono legami psicologici più profondi...
io abito sotto una strada ad altro traffico di ciclisti e sento i loro discorsi, mi spiace dirlo ma non hanno lo stesso livello culturale dei fondisti, parlano per il 90% di certe cose, non difficili da immaginare...

comunque sono convinta che, analogamente a quanto successo per la musica che ha riscoperto il vinile, un giorno ci saranno dei giovani che riscopriranno il fondo, tireranno fuori i vecchi sci dei genitori/nonni, si chiederanno se sia preferibile uno sci squamato o con le pelli e cominceranno a porsi gli eterni quesiti "quando va messa la stick sopra la klister?" "quando si usa la stick gialla?" "quale sciolina si usa quando la pista è ghiacciata?"
----------------------
"Vivre, c'est s'obstiner à achever un souvenir"

davide1967
Messaggi: 495
Iscritto il: 4 apr 2006, 13:49

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda davide1967 » 14 mar 2017, 15:25

il ciclismo è più facile da praticare, senza dubbio, ma NON E' UNO SPORT CON LA NEVE! lo sci è un tutt'uno con la neve, non si può dire di amare il fondo se non si ama anche la neve, che non è un semplice mezzo, come alcuni erroneamente credono... ci sono legami psicologici più profondi...


Mi piace molto questa frase che trovo proprio azzeccata, sicuramente è valida per me che sono ciclista dalla nascita, ma avendo da sempre anche un amore smisurato per la neve, non appena ho conosciuto lo sci di fondo, questo ha preso il sopravvento su tutto il resto.

luca72comasina
Messaggi: 1217
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: SCI DI FONDO: ultimo numero

Messaggioda luca72comasina » 14 mar 2017, 19:23

dico la mia in poche righe:
1) sci alpinismo bellissimo ma non alla portata di tutti - per vari motivi - come puo' essere il fondo. E forse anche con qualche rischio in piu'....
2) abbigliamento: non tutti hanno i soldi per prendersi tutto fighetto e coordinato nel negozio chic (poi penso che a tanti del colore coordinato quando è su una pista non interessi piu' di tanto) , in teoria il fondo non dovrebbe essere lo sci "popolano" della gente comune contrapposto allo sci da discesa, appannaggio dei "ricchi e borghesi"? O anche il fondo va lasciato a chi è pieno di $$$? Perché "sport per poveracci"? Non condivido questa cosa, nella mia vita le piu' sporche e luride carogne che ho conosciuto erano tutte "persone" laureate e piene di soldi, chi ha tanti soldi non per forza è migliore di chi non ne ha. Viceversa sono spesso le persone con meno mezzi quelle piu' generose ed altruiste.
3) il legame con la neve è - concordo con Davide -la chiave di lettura migliore, compresi i legami psicologici piu' profondi.


Torna a “Di tutto un po'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti