Fondisti escursionisti

Un ritrovo per tutti gli amici appassionati di sci di fondo per discutere e naturalmente... divertirsi!!!


snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 10 set 2015, 1:45

Dimenticavo una vera chicca (anche se andrebbe definita in un altra maniera) del Museo della Scienza di Trento:

Riporto testualmente:
"Installazione materiale organico, 100 elementi.

Feci a tutti gli effetti, ma prodotte da un macchinario.
L'artista fiammingo Wim Delvoye, ha inventato una macchinario denominato Cloaca che riproduce un apparato digerente:
il cibo viene fagocitato, scorre all'interno di tubature e di fusti con un succhi gastrici e, alla fine di un regolare processo digestivo, vengono espulsi gli escrementi.
In mostra è esposto un corpus di sterco prodotto in diversi luoghi e momenti che rappresenta una riserva unitaria inalienabile della “Banca di feci" presso lo Studio Delvoye, esposta in precedenza solo al Museo d'Arte Moderna del Lussemburgo.
In questo modo l'opera offre spunti sull’autorialità, sui sistemi economici, sul consumismo".

<img src=faccine/13.gif border=0 align=middle><img src=faccine/13.gif border=0 align=middle><img src=faccine/13.gif border=0 align=middle> <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

A parte questa doverosa segnalazione artistica,
ribadisco il valore del Museo descritto nel precedente post.

gigione
Messaggi: 1956
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Messaggioda gigione » 7 nov 2015, 23:36

Piccolo resoconto di un uscita in valMozzola.
Partiti dal comune di Mormorola, tre case, due bar. Nessun sentiero, nessuna traccia. Potevamo solo andar dietro ad una delle meravigliose guide locali. Questo credo sia il lato molto intrigante delle escursioni appenniniche, impossibili da fare senza gli indigeni. Mettere a punto quest' uscita è costato alla guida 11 uscite di perlustrazione più lo studio di mappe antiche reperite grazie agli studiosi della antica civiltà locale.
Luoghi ancora meravigliosi, flora stupenda senso di selvaggio e perduto. Dall alto del monte Grosso si vedono ancora le tracce delle varianti della via degli abbati, seguite per sfuggire ai predoni che si appostavano per agguati ai pellegrini. Monti boschi e valli deserte a perdita d' occhio.
Visita ad un mulino del 1400 rimasto incredibilmente intatto. Con pochi restauri è perfettamente funzionante, abbiamo macinato del mais e fatto una polenta che più integrale non si può.
Rifocillati alla trattoria 'vecchi ricordi' di Berceto, tagliolini fatti a casa con tartufo e porcini. ' e greve mi fu il ricordo' . Non riuscivo a mangiare per paura che finissero, da commuoversi.
E dicono che alla Manubiola si mangi anche meglio, attesa 1 settimana o più.
Da non perdere il paese di Corchia, gioiello medievale interamente in pietra.
Luoghi di raccolta dei porcini più buoni del sistema solare.<img src=faccine/3.gif border=0 align=middle>
Non smetterò mai di raccomandare a tutti di provare delle escursioni da queste parti, il turismo è in crescita e i prezzi per ora contenuti destinati a crescere.
Smack!
Gigio

"Sono responsabile di ciò che scrivo, non di quello che capisci"

pedroterzo
Messaggi: 3516
Iscritto il: 14 nov 2007, 15:27

Messaggioda pedroterzo » 11 nov 2015, 17:14

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Questo credo sia il lato molto intrigante delle escursioni appenniniche, impossibili da fare senza gli indigeni.
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

.... vabbè dai non esageriamo! Sono gli appennini non la foresta amazzonica...
Sentieri segnati ce ne sono migliaia! <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

<b>Pedroterzo</b>
<i>"Io vi dico: bisogna avere molto caos dentro di sé per partorire una stella danzante.
Io vi dico: voi avete ancora del caos dentro di voi. (Nietzsche)</i>

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 11 nov 2015, 17:58

Ieri sentiero in Appennino (PC) in canottiera.
Non avevo dietro i pantaloncini corti, ma sarebbero serviti... che sudata!
Cielo terso, assenza di umidità, visibilità ottima con i colori dell'autunno.

Segnalo l'abitudine dei cani locali, a seguire gli escursionisti, già riscontrata da altri in questa sezione, nelle varie valli piacentine.

Giro ad anello, lasciamo l'auto vicino ad alcune case e 2 cani di piccola - media taglia, sono usciti dal loro cortile e ci hanno scortato per tutto il giro, con la gioia della mia bimba che così distratta, ha camminato volentieri.

rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Messaggioda rosqua » 12 nov 2015, 11:01

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Questo credo sia il lato molto intrigante delle escursioni appenniniche, impossibili da fare senza gli indigeni.
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

.... vabbè dai non esageriamo! Sono gli appennini non la foresta amazzonica...
Sentieri segnati ce ne sono migliaia! <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

<b>Pedroterzo</b>
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

<img src=faccine/80.gif border=0 align=middle>
beh, è anche vero che gli appenninni non sono montagne di serie B - come incautamente ha scritto qualche forumista di cui non faccio il nome (cmq inizia con la M e finisce con la A, con in mezzo due tt)- ma possono rivelarsi monti severi, con difficoltà legate ad aspetti specifici di questo gruppo...

----------------------
Let It Snow...

rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Messaggioda rosqua » 12 nov 2015, 11:04

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Piccolo resoconto di un uscita in valMozzola.
Partiti dal comune di Mormorola, tre case, due bar. Nessun sentiero, nessuna traccia. Potevamo solo andar dietro ad una delle meravigliose guide locali. Questo credo sia il lato molto intrigante delle escursioni appenniniche, impossibili da fare senza gli indigeni. Mettere a punto quest' uscita è costato alla guida 11 uscite di perlustrazione più lo studio di mappe antiche reperite grazie agli studiosi della antica civiltà locale.
Luoghi ancora meravigliosi, flora stupenda senso di selvaggio e perduto. Dall alto del monte Grosso si vedono ancora le tracce delle varianti della via degli abbati, seguite per sfuggire ai predoni che si appostavano per agguati ai pellegrini. Monti boschi e valli deserte a perdita d' occhio.
Visita ad un mulino del 1400 rimasto incredibilmente intatto. Con pochi restauri è perfettamente funzionante, abbiamo macinato del mais e fatto una polenta che più integrale non si può.
Rifocillati alla trattoria 'vecchi ricordi' di Berceto, tagliolini fatti a casa con tartufo e porcini. ' e greve mi fu il ricordo' . Non riuscivo a mangiare per paura che finissero, da commuoversi.
E dicono che alla Manubiola si mangi anche meglio, attesa 1 settimana o più.
Da non perdere il paese di Corchia, gioiello medievale interamente in pietra.
Luoghi di raccolta dei porcini più buoni del sistema solare.<img src=faccine/3.gif border=0 align=middle>
Non smetterò mai di raccomandare a tutti di provare delle escursioni da queste parti, il turismo è in crescita e i prezzi per ora contenuti destinati a crescere.
Smack!
Gigio

"Sono responsabile di ciò che scrivo, non di quello che capisci"
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Gigio, comincio a pensare che se tu andassi a Pompei saresti in grado di resuscitare qualche cuoco carbonizzato, pur di mangiare qualche piatto tipico! <img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

----------------------
Let It Snow...

gigione
Messaggi: 1956
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Fondisti escursionisti

Messaggioda gigione » 27 giu 2016, 23:22

provo a rompere un po' il mosciume cronico di questo periodo con un piccolo aggiornamento delle mie uscite appenniniche.
quasi tutte tra valCeno Taro e AV ligure. Domenica sul Ramaceto sono riuscito a portarmi il Senatore che smontava regolarmente ogni mia entusiasta esternazione sull' ambiente. cosa devo fare, quei luoghi sono ormai introiettati, acquisiti e trasferiti nel DNA. boschi vari e lussureggianti, essenze e vegetazione di ogni profumo forma e colore. la particolarità di quelle valli è un connubio unico al mondo tra flora appenninica e alpina: le ultimi propaggini di un ghiacciaio in epoca remotissima hanno trascinato fin lì sementi alpine che si sono mischiate con le specie locali. ne è venuto fuori un tripudio di vita vegetale. E non avevo mai notato quanto bella, selvaggia e ampia sia la val d' Aveto che finisce nella val Trebbia. basta fare da Bobbio a Rezoaglio passando per Marsaglia per vedere che meraviglia ci circonda. Emingway disse che la val Trebbia è la valle più bella del mondo. Io non credo che abbia visto le vallate di tutto il pianeta per poter esternare così ma di certo avrebbe potuto spostarsi di qualche chilometro e mettere il muso in val Ceno prima di sentenziare.
andare da Bedonia al passo del Tomarlo e da lì giù verso santo stefano d'Aveto qualche dubbio poteva farglielo venire. . ..
il tratto di Alta via fatto ieri è un giro in paesaggio ricco di faggete, ontani, salici, gigli etc.c.. da vedersi proprio certamente.
ma uno dei tratti forse più godibili che ho fatto (purtroppo da solo) è stato la val Noveglia, dominata dalla fortezza di Bardi. dal paese di Noveglia ci si trova a Monastero sulla via degli abati, più antica della Francigena. da non perdere la val Manubiola, Pessola e tante altre percorse in una ventina di escursioni da quelle parti. quei paesi si stanno ripopolando e sono in arrivo molti stranieri. Olandesi, Inglesi e Scozzesi stanno comprando a man bassa, andrà a finire come nel Chianti dove trovare un italiano proprietario è diventato arduo. straconsiglio una puntata sul monte Penna che anche se battuto e conosciuto è splendido, sul Lama, sullo Zatta, sul Ragola, sul Nero e via cantando. il sogno sarebbe percorrere tutta la AV ligure ma sono 426 km, posso solo aspettare la pensione . . . .
Ciaoooooo

rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda rosqua » 6 lug 2016, 10:47

ma... Gigio sei tu che hai scritto queste cose?? sei stato plagiato dal senatore? o ti sei messo a dieta?? non ho trovato accenni di tipo gastronomico...

luca72comasina
Messaggi: 1223
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda luca72comasina » 6 lug 2016, 20:27

consiglio -per stare in appennino -anche l'oltrepo' pavese, monte lesima, monte chiappo, monte penice....fra l'altro zone ventilate , poco frequentate e senza il traffico di ritorno che si trova spesso verso le zone alpine.

gigione
Messaggi: 1956
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Fondisti escursionisti

Messaggioda gigione » 8 lug 2016, 1:03

azz hai ragione!
non ho citato la 'merenda' presso un agriturismo locale con formaggi di latte di mucca Cabannina, una delle ultime razze pure italiane. è una bestia di piccole dimensioni con mammelle ridotte che fa poco latte ma di qualità notevole.
assaggiato ricotta, primo latte, media stagionatura, più stagionato e versione gorgonzola. come risultato ho lasciato 50 eurozzi per riempirmi il frigo di formaggio che sto mangiando solo io causa prova costume del resto del gruppo familiare. e non ho citato la pizza di Corchia, cotta per induzione sotto una campana di rame con buttati su 3 kili di pancetta, coppa e lardo della valTaro. sono d'accordo con Petrini, almeno in questo abbiamo avuto c..o a nascere in Italia!
p.s. peso solo 78 chili, doveste pensare che sono un Gigione di 120!


rosqua ha scritto:ma... Gigio sei tu che hai scritto queste cose?? sei stato plagiato dal senatore? o ti sei messo a dieta?? non ho trovato accenni di tipo gastronomico...

cactaceo
Messaggi: 2063
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda cactaceo » 8 lug 2016, 15:14

[quote="gigione"]azz hai ragione!
non ho citato la 'merenda' presso un agriturismo locale con formaggi di latte di mucca Cabannina, una delle ultime razze pure italiane. è una bestia di piccole dimensioni con mammelle ridotte che fa poco latte ma di qualità notevole.
assaggiato ricotta, primo latte, media stagionatura, più stagionato e versione gorgonzola. come risultato ho lasciato 50 eurozzi per riempirmi il frigo di formaggio che sto mangiando solo io causa prova costume del resto del gruppo familiare. e non ho citato la pizza di Corchia, cotta per induzione sotto una campana di rame con buttati su 3 kili di pancetta, coppa e lardo della valTaro. sono d'accordo con Petrini, almeno in questo abbiamo avuto c..o a nascere in Italia!
p.s. peso solo 78 chili, doveste pensare che sono un Gigione di 120!



Con questa descrizione hai fatto venire voglia anche a Me di fare escursioni!!!

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda snevolo » 8 lug 2016, 21:28

Ho visto uno spettacolo meraviglioso!
Una cascata di nuvole...
Dal rifugio Benigni in cresta sulle Orobie tra BG e SO, già in posizione stupenda di suo, ho avuto la fortuna di assistere a cose che solo la natura sa fare per renderti piccolo.

Chi è abituato ai Resort e agli alberghi non può capire e ci prenderà per matti.

rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda rosqua » 28 lug 2016, 15:07

penso che sia Snevolo che Gigione dovrebbero scrivere un libro,il cui titolo potrebbe essere anche lo stesso: "nutrire lo spirito"

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda snevolo » 22 ago 2016, 11:01

E quando sei lì, soli,
tu e lei (il sentiero)
e ad un certo punto, perdi lei (il sentiero)
poi arrivi ad una casetta nel prato e trovi l'altra...
una ragazza che prende il sole in topless che ti da la dritta giusta
e pensi: "Perché perdersi è un idea così negativa?"

Dopo un po', per associazione di idee, ho immaginato pedroterzo appostato con il binocolo a fare il guardone con la scusa del birdwatching. :-)

gigione
Messaggi: 1956
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Fondisti escursionisti

Messaggioda gigione » 27 ago 2016, 10:47

:lol: :lol:

snevolo ha scritto:E quando sei lì, soli,
tu e lei (il sentiero)
e ad un certo punto, perdi lei (il sentiero)
poi arrivi ad una casetta nel prato e trovi l'altra...
una ragazza che prende il sole in topless che ti da la dritta giusta
e pensi: "Perché perdersi è un idea così negativa?"

Dopo un po', per associazione di idee, ho immaginato pedroterzo appostato con il binocolo a fare il guardone con la scusa del birdwatching. :-)

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda snevolo » 1 set 2016, 13:19

Nelle escursioni l'ho apprezzato diverse volte:

"Il silenzio".
Una cosa che abbiamo perso, è il silenzio.
Crediamo che il silenzio sia assenza di rumore, ma in realtà anche quando pensiamo che ci sia silenzio, siamo circondati da brusii... di auto, di aerei, del frigo, di voci in lontananza che non percepiamo, ma che sentiamo ugualmente.

È quando si è veramente nel silenzio che ci si accorge... che non esiste silenzio.
Quando sei ad almeno un giorno di cammino dall'ultima strada, senza corrente elettrica con tutto quello che ne consegue, senza rete telefonica, in una notte senza vento... succede che non riesci a dormire, perché senti il pulsare delle vene vicino ai timpani, senti il tuo corpo, il cuore, il respiro, l'intestino.
Ma quanti rumorosi siamo!
Una sensazione incredibile.

Un bosco di notte lo si crede silenzioso, ma il silenzio ti fa sentire di tutto... il rumore di foglie, scricchiolii, miriadi di suoni di animali vari.

I rumori che abbiamo creato artificialmente, ci hanno tolto i rumori della terra e della vita.
Un po' come di notte, l'illuminazione artificiale, ci ha tolto i cieli stellati che crediamo di vedere ugualmente.

PaoloD
Messaggi: 225
Iscritto il: 22 feb 2014, 19:39

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda PaoloD » 11 feb 2017, 19:41

Ho scoperto solo ora questo post...
Io sono un discreto conoscitore della Valsesia e Biellese e delle valli del Monte Rosa valdostano.
La montagna mi ha cambiato la vita e il mio approccio è iniziato con l'escursionismo o trekking come lo si voglia chiamare.
Ho ravanato su vie ferrate, nevai, ghiacciai e con le ciaspole.
Ho passato dei bellissimi anni con il Cai di Vigevano in giro per le montagne lombarde, del Trentino Alto Adige e del Veneto.
Andando avanti con gli anni sono arrivati i primi problemi ma anche se vado molto ma molto meno di prima, qualche giretto lo faccio ancora.
In montagna ho conosciuto la mia Fidanzata e ho imparato a diventare un uomo migliore.
Non potrei smettere di farmi un giro con scarponi, zaino e bacchette o scarpette o senza bacchette o con lo zainetto o anche senza.

pedroterzo
Messaggi: 3516
Iscritto il: 14 nov 2007, 15:27

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda pedroterzo » 13 feb 2017, 17:55

snevolo ha scritto:E quando sei lì, soli,
tu e lei (il sentiero)
e ad un certo punto, perdi lei (il sentiero)
poi arrivi ad una casetta nel prato e trovi l'altra...
una ragazza che prende il sole in topless che ti da la dritta giusta
e pensi: "Perché perdersi è un idea così negativa?"

Dopo un po', per associazione di idee, ho immaginato pedroterzo appostato con il binocolo a fare il guardone con la scusa del birdwatching. :-)


Se le tue associazioni di idee mi ti portano da un topless a me, non sei messo bene Snevolino...

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda snevolo » 13 feb 2017, 19:40

Quando faccio i sentieri, i miei pensieri corrono veloci e surreali piu' del solito.
Però le mie descrizioni non sono mai molto tecniche... si soffermano più sulle emozioni, anche se ultimamente devo ritrovare la verve.
A volte varie problematiche tolgono le ispirazioni e la voglia di fare lo scemotto.
Mi ha fatto bene rileggermi negli ultimi post sopra; non li ricordavo nemmeno.

PaoloD
Messaggi: 225
Iscritto il: 22 feb 2014, 19:39

Re: Fondisti escursionisti

Messaggioda PaoloD » 14 feb 2017, 0:04

snevolo ha scritto:Mi ha fatto bene rileggermi negli ultimi post sopra; non li ricordavo nemmeno.


:lol: :lol: :lol:


Torna a “Amici di scidifondo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti