Marathon de Bessans


cactaceo
Messaggi: 2173
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 4 gen 2010, 17:15

Benritrovati dopo qualche tempo,
qualcuno l'ha fatta o ha dettagli maggiori di quelli che si trovano su internet?
Visto che dovrò morire di fatica, mi piacerebbe avere un'idea del tracciato (e dei posti di rifornimento<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>)


********
ciao,ho trovato 2 articoli sulla M.de Bessans, su fondo ski alp di febbraio 2008 e 2009, purtroppo parlano di salita ma non ci sono cartine altimetriche, cmq ho visto che i tempi del 2008 e 2009 sono intorno 1h 46'\48' se confronti con la Sgambeda 1h 38' o l'Engadin 1h38'nel 2009 ma 1h24' nel 2008, direi che dev'essere duretta come gara anche xchè il tempo di riferimento è di un certo Vittoz davanti a Poiret non certo due sprovveduti.
Se vuoi ti scannerizzo gli articoli e te li mando.
Fammi sapere.
Ciao e in bocca al lupo.

20/80
Messaggi: 543
Iscritto il: 24 set 2005, 22:00

Messaggioda 20/80 » 5 gen 2010, 15:28

Ahii, forse è meglio andare alla cieca.
Grazie comunque

20/80
Messaggi: 543
Iscritto il: 24 set 2005, 22:00

Messaggioda 20/80 » 11 gen 2010, 18:06

Ohi ohi ohi!
Ma andiamo con ordine.
La gara è accessibilissima, sia per il tracciato tranquillo sia per il viaggio, da Torino in poco più di un'ora.

Partiamo in quattro, due presunti atleti e due come gruppo di supporto moral/gastronomico, e in brevissimo siamo alla frontiera. Di qua piove, di là nevica fitto ma nessuno ha pensato a pulire le strade, dal Frejus in su si viaggia con gomme termiche, catene e tanta fantasia.

All'ufficio gare ci sono un po' di facce note, l'orchestrina dixieland ed una strepitosa squadra di volontari dell'organizzazione, tutti pensionati e cortesissimi.

Paraffinatura. Non abbiamo voglia di iniziare il solito tormentone metto-questa-metto-quella e, anche a causa di altri motivi che vi racconterò solo a voce, ci infiliamo in uno stand della Holmenkol per farci preparare gli sci. Orrore! Abominio! Eresia! Oltretutto faccio una figuraccia con Ktm, imprevisto e gradito incontro, che è a caccia di informazioni perchè intende fare la gara a passo classico e vuole correttamente prepararsi gli sci in autonomia.

Finalmente, dopo che hanno sgombrato la strada dalla neve (pare) a suon di esplosivi, raggiungiamo il confortevolissimo ostello/rifugio dove la cena è pittoresca e la notte, a parte qualche russatore da competizione, è tranquilla.

Mattino, parecchi gradi sottozero ed un bel sole. L'organizzazione ha battuto impeccabilmente la pista ma non basta, la neve di ieri è restata soffice e per pattinare ce ne accorgiamo subito: chi fa solo la 21km (un giro) fa una fatica bestiale, chi fa la 42km (sempre i soliti!) raddoppia la fatica ma almeno, dopo due passaggi e un po' di sole, ha la neve un po'assestata. Ktm ha fatto la 25km a classico e come di consueto si è distinto.
Risultato? Pietoso, ma lo avevo messo in conto ancora prima di partire, perchè l'allenamento è poco, perchè non conoscevo il tracciato, perchè volevo guardarmi intorno, perchè e perchè.
Merenda, poi torniamo a casa litigando con il navigatore satellitare che vorrebbe farci passare dal Moncenisio chiuso per neve.


Torna a “Dolomiten Lauf”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite