Consiglio su materiale


Avatar utente
lele67
Messaggi: 50
Iscritto il: 22 gen 2009, 21:45

Messaggioda lele67 » 10 set 2011, 16:50

Ciao a tutti!
Mi sono avvicinato allo sci di fondo l'anno scorso, ma sempre con attrezzature prestate. Quest'anno ho deciso di fare un investimento e comprare tutto il materiale (intendo per sci da tecnica classica e non per escursionismo!).
Vorrei comprare degli sci della Fischer (http://www.fischersports.com/it/Nordic/ ... rlight-Wax) per me e della Madshus (http://madshus.com/skis/maiya-classic) per la mia ragazza su internet perchè non riesco a trovarli nella zona dove vivo (Roma). Pensate che sia conveniente? Vorrei almeno avere la possibilità di provare le scarpe e quindi vorrei sapere da voi:
- sugli sci che voglio comprare posso metterci qualsiasi tipo di attacchi o ci sono attacchi diversi a seconda del modello di sci?
- avete da consigliarmi un negozio fornito nei pressi di Roma?
Grazie mille.


********
Benvenuto !!!
Premetto che sono ancora abbastanza neofita. Mi permetto, però, di darti alcuni consigli.
Io e mia moglie facciamo skating e quindi abbiamo tutt'altro tipo di attrezzatura.
Nell'alternato, però, ancora più che nello skating, sciolinare lo sci è importantissimo, se usi sci non squamati, e se sbagli sciolina è una vera tortura. Se uno decide di non volersi avventurare in questo modo, ti consiglio vivamente degli sci squamati. In commercio trovi ottimi protti che, ti assicuro, non sono quelli che danno normalmente a noleggio.

Fischer e Madshus sono ottime marche, ma i prodotti che citi non li conosco.

Sugli sci poi mettere l'attacco che vuoi.
Ti consiglio, quindi, di trovare prima la scarpa che più ti si adatta e, di conseguenza, avrai automaticamente definito l'attacco da usare.

Io abito in Emilia e non so dirti se nella zona vi sono negozi specializzati per lo sci di fondo.
In ogni caso, non escluderei anche l'acquisto tramite internet.
Ti mando questo indirizzo: http://www.passsport.it/chisiamo.asp.
E' un negozio molto specializzato in Veneto che vende anche tramite internet.
Io ho avuto bisogno e sono stati cortesissimi.

ciao e buone sciate

svelto_fms
Messaggi: 5
Iscritto il: 9 set 2011, 22:08

Messaggioda svelto_fms » 11 set 2011, 12:50

Grazie per la risposta.
Ho dato un'occhiata al sito, ma non sono riuscito a trovare quello che cercavo.
Ho riflettuto su quello che mi hai scritto riguardo gli sci non squamati...quando ho sciato su in Norvegia non mi sembrava così difficile scegliere la cera giusta (poi potrei anche sbagliarmi! :)). Oltretutto mi è stato anche detto che gli sci squamati riducono sensibilmente le prestazioni.
Per le scarpe, se qualcuno riuscisse a darmi l'indirizzo di un negozio fornito qui in zona mi farebbe un grosso favore.

Paolo
Messaggi: 364
Iscritto il: 4 nov 2005, 16:06

Messaggioda Paolo » 11 set 2011, 15:42

Benvenuto Svelto, personalmente adopero, da quando ho iniziato a fare sci di fondo, degli sci squamati, che non sono poi così lenti come credi, specie i modelli di più recente produzione, e non hai alcun problema di sciolinatura.
Se però preferisci gli sci da sciolinare, sicuramente qualche forumista più esperto di me potrà fornirti un paio di informazioni di base, che poi con l'esperienza riuscirai ad integrare.
Ho un solo dubbio: possibile che tutti consiglino Fischer, Ski Trab, Slegar o Madshus, e nessuno adoperi (a parte me) gli Atomic?
Ciao da Paolo <img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima." Julius Kugy

Scritto Da - paolo on 11/09/2011 13:43:40

peter
Messaggi: 290
Iscritto il: 21 nov 2010, 19:51

Messaggioda peter » 11 set 2011, 18:53

Ciao e benvenuto!
Io uso da diversi anni sci squamati e mi trovo davvero bene.
Sono molto lenti i modelli "base" (tipo quelli che danno ai noleggi), ma ormai diverse marche producono sci squamati anche di ottimo livello (Fischer ad esempio).
La sciolinatura, a mio parere, per chi scia senza ambizioni agonistiche è più una scocciatura per il tempo che fa perdere e per il rischio di sbagliare sciolina

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 12 set 2011, 19:11

Ciao e, innanzitutto, benvenuto; premettendo che io prediligo gli sci da sciolinare forse l'acquisto di uno sci "no-wax" su internet senza avere idea del ponte mi pare un pò azzardata... Idem per le scarpe, se non hai esperienza potresti trovarti nei piedi un modello scomodo o peggio che ti faccia male.
Purtroppo non ho la minima idea di dove indirizzarti nella tua città (anche se immagino che ce ne sia sicuramente più di uno), ma in assoluto potresti rivolgerti in qualche negozio nella località sciistica che pensavi di frequentare.
Buona neve<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

gigione
Messaggi: 1953
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Messaggioda gigione » 12 set 2011, 21:33

benvenuto paesà!

ha ragione Stokke, NON comprare via internet quando non conosci il materiale. decidi una puntatina in montagna e vai da un bravo rivenditore per farti dare tutte le info del caso. qui ci sono fanciulle/i di tutte le regioni in cui puoi trovare i migliori rivenditori, decidi dove fare il battesimo della neve dei fighi (noi fondisti cioè) e ti sapremo dire qual è il negozio dove rivolgerti. ciao gigio

"meglio tacere e dare l' impressione di essere scemi che parlare e togliere ogni dubbio''..

svelto_fms
Messaggi: 5
Iscritto il: 9 set 2011, 22:08

Messaggioda svelto_fms » 12 set 2011, 23:24

Stokkeloppet: quindi tu che consigli? Io sarei interessato alla linea wax più che a quella "squamata"...è poi così difficile scegliere la giusta cera? Perchè vedo che i Superlight della Fischer ci sono anche in modello crown!Adesso sono proprio indeciso!

Ma comprare online gli sci con gli attacchi consigliati sul sito sembra una stupidaggine? Tanto le scarpe alla fine le posso comprare direttamente in negozio (credo basti sapere che l'attacco è di tipo NNN....nevvero?)...

Gianni54
Messaggi: 167
Iscritto il: 15 feb 2011, 14:25

Messaggioda Gianni54 » 13 set 2011, 13:41

Mi aggiungo a coloro che ti consigliano sci squamati. Se la tua (unica, mi par di capire) esperienza in Norvegia con la sciolina è stata positiva, non per questo devi sottovalutarne le problematiche. Il rischio di rovinarsi la giornata (soprattutto in condizioni difficili, come ghiaccio, neve trasformata, neve fresca, condizioni che cambiano) è davvero alto.
Con gli sci no-wax vai forse meno forte, ma vai sempre.

Per gli attacchi, invece, puoi montarli su tutti gli sci, anche se alcune marche (tipo Madshus) non necessitano di foratura in caso di attacchi rottfella: potendo scegliere, mi parrebbe sensato scegliere la soluzione più semplice.

Ciao
Gianni

Gianni

rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Messaggioda rosqua » 15 set 2011, 13:45

i forumisti più esperti ti hanno già dato i consigli fondamentali (NON comprare sci in internet, valutare la possibilità di un buon squamato)
posso solo portarti la mia esperienza, utile ad evitare certi errori, anche se tutto sommato penso che sia giusto che ognuno impari a proprie spese:

1. andrebbero scelte prima le scarpe (che non facciano male) e poi l'attacco. io ho fatto il contrario e ho dovuto prima soffrire e poi cambiare attacchi l'anno scorso

2. se oltre alla norvegia, essendo di roma, andrai a sciare in zone tipo l'abruzzo, uno sci squamato è cmq fondamentale, in aggiunta a uno liscio, perché ti assicuro che ci sono giornate in cui non c'è la sciolina giusta (e non perché lo dico io ma a giudizio di gente molto più esperta)

a me è capitato di comprare sci all'aquila, dove c'è un negozio che alcuni consigliano (pianeta fondo o qualcosa del genere) ma non mi sono trovata bene, al nord hanno molta più scelta e quindi non ti rifilano uno sci tanto per venderlo...

spero di non aver aumentato i dubbi
<img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

svelto_fms
Messaggi: 5
Iscritto il: 9 set 2011, 22:08

Messaggioda svelto_fms » 16 set 2011, 23:36

Grazie a tutti per i consigli e la disponibilità...mi avete convinto per gli squamati!
Adesso ho altri due dubbi:
1) In Italia le piste sono solo battute o c'è il tracciato?
2) Adesso sono indeciso tra 4 modelli che hanno sciancratura che varia tra i 40-44-44 dei Team Comp Classic No Wax (SKITRAB) e i 48-44-46 dei Superlight Crown (FISCHER)...vanno bene entrambi sul tracciato? Cosa cambia? Significa che sono più veloci i primi?
Grazie.

Paolo
Messaggi: 364
Iscritto il: 4 nov 2005, 16:06

Messaggioda Paolo » 17 set 2011, 15:21

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Grazie a tutti per i consigli e la disponibilità...mi avete convinto per gli squamati!
Adesso ho altri due dubbi:
1) In Italia le piste sono solo battute o c'è il tracciato?
2) Adesso sono indeciso tra 4 modelli che hanno sciancratura che varia tra i 40-44-44 dei Team Comp Classic No Wax (SKITRAB) e i 48-44-46 dei Superlight Crown (FISCHER)...vanno bene entrambi sul tracciato? Cosa cambia? Significa che sono più veloci i primi?
Grazie.


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

In Italia le piste sono battute per lo skating, e vi sono tracciati i binari dove praticare la tecnica classica.
Per quanto riguarda la larghezza, a rigor di logica uno sci stretto dovrebbe essere più veloce di uno sci largo (a confrontare i miei Atomic con i Salomon di mia moglie, di livello turistico, questi ultimi sono più larghi).
Verifica anche, a parità di lunghezza, quale sci pesa di meno.
http://www.vademecumdelfondista.it/PDF/Sci.pdf
Ciao da Paolo


"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima." Julius Kugy

loris
Messaggi: 470
Iscritto il: 21 gen 2008, 11:45

Messaggioda loris » 19 set 2011, 12:56

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Grazie a tutti per i consigli e la disponibilità...mi avete convinto per gli squamati!
Adesso ho altri due dubbi:
1) In Italia le piste sono solo battute o c'è il tracciato?
2) Adesso sono indeciso tra 4 modelli che hanno sciancratura che varia tra i 40-44-44 dei Team Comp Classic No Wax (SKITRAB) e i 48-44-46 dei Superlight Crown (FISCHER)...vanno bene entrambi sul tracciato? Cosa cambia? Significa che sono più veloci i primi?
Grazie.


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>



Benvenuto Svelto,
come ti hanno detto fai bene a orientarti su uno squamato (e aggiungerei uno squamato facile come quelli che stai valutando). I prodotti che hai scelto sono abbastanza simili (Fischer usa una tecnologia un po' più avanzata ma all'atto pratico poco cambia), ergo prenderei quello che mi costa meno, tanto se ti appassioni vedrai che non sarà l'unico paio di sci.
La larghezza della spatola è solo uno dei molti fattori che incidono sulla scorrevolezza (soletta, flessibilità del ponte, rigidità della struttura dello sci, ecc.) e neppure la più importante. Una spatola più larga significa, in teoria, meno pressione esercitata sulla neve e quindi maggiore scorrevolezza (un discorso a parte per neve fresca o poco compatta). Ma solo in teoria: primo perchè le differenze sono minime, secondo perchè devi considerare tutta le altre variabili che ti accennavo sopra.
Buone sciate!

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 19 set 2011, 20:09

Mixando tutte le risposte hai a tua disposizione un sintetico ma completo vademecum del principiante fondista (magari le avessi avute io quando ho iniziato e ho dovuto imparare i primi rudimenti a suon di culate ed elemosinando consigli ai "veci" sulle piste).
Per quando riguardi gli sci entrambi sono ottimi prodotti, non ti fissare sulla sciancratura, probabilmente non ti accorgeresti neppure della differenza, ma MOLTO importante è la lunghezza e l'appiattimento del ponte, cioè la parte centrale dell'asta dove sono posizionate le squame, o dove applicare la sciolina (non la cera, come dici tu, che serve invece per far scorrere meglio lo sci).
Se il ponte è lungo e "tenero" lo sci è facile da far tenere, cioè agganciare alla neve, ma frenato, quindi lento; viceversa un ponte corto e duro è prerogativa di uno sci molto veloce, ma se non si possiede una buona tecnica rischia di essere impossibile eseguire il passo alternato. Per iniziare ti consiglio un ponte di lunghezza attorno ai 50/60 cm. e con un appiattimento totale che sia compreso tra il tuo peso e il 10% in meno.
In ogni caso ogni negoziante degno di questo nome ha ben presente queste nozioni e ti saprà consigliare il prodotto più indicato.



Scritto Da - stokkeloppet on 19/09/2011 18:14:26


Torna a “Scarpe - Attacchi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite