L'ESPERTO RISPONDE


mattila76
Messaggi: 2394
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Messaggioda mattila76 » 13 feb 2016, 19:34

Gentile signor Carrara buonasera.
Le chiedo se cartavetrare la soletta nella zona di tenuta sia una procedura da ripetere periodicamente, annualmente o con cadenza più lunga. Premetto che a me piace poco questa pratica e quindi tenderei a farlo il meno possibile.
Grazie per la disponibilità.

Per una buona tenuta della sciolina è preferibile "ravvivare" spesso la zona della soletta (carta grana 150/180) specialmente dopo l'applicazione delle basi.

Marcotto
Messaggi: 413
Iscritto il: 3 feb 2012, 10:30

Messaggioda Marcotto » 16 feb 2016, 12:07

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Buon giorno,
ho visto che esistono delle paraffine che fanno da base per le altre paraffine, come le swix BP77, BP88 e BP99...qualcuno le usa?
Servono per far durare di più la paraffina che va a contatto con la neve?
In che condizioni si usano?
La paraffina che andrà a contatto con la neve la devo colare dopo aver raschiato e spazzolato la paraffina base, solo dopo averla raschiata senza averla spazzolata o senza aver fatto niente?
La ringrazio

Un simpatico ciaociao da Marcotto
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

...c'era anche la mia domanda <img src=faccine/11.gif border=0 align=middle>

Un simpatico ciaociao da Marcotto

Questo tipo di basi non vengono usate in campo agonistico perché risultano poco performanti per la velocità; per turismo possono aumentare maggiormente la tenuta degli strati applicati successivamente.
Generalmente la basi maggiormente usate contengono una percentuale di fluoro (bassa, media o alta) che serve per ancorare maggiormente lo strato finale di "cera" alla soletta, possono anche essere usate così, senza ulteriori strati successivi.
Bisogna sempre pulire bene, raschiando e spazzolando, prima di applicare altri strati di prodotti.

carloph
Messaggi: 9
Iscritto il: 26 gen 2009, 10:21

Messaggioda carloph » 23 feb 2016, 11:28

Buongiorno,

grazie ancora per il consiglio per la MarciaGranParadiso. Alla fine la sciolinatura si e' complicata: le temperature sono state un po' piu' alte e la nevicata abbondante ..... Per non sbagliare, i vincitori hanno fatto il "pelo". Io me la sono cavata senza la base e facendomi mettere stick-multigrade nei punti di sciolinatura lungo il percorso (chi aveva la base ha zoccolato alla grande). Comunque grazie 1000 x la risposta :0

Le scrivo per un'altra domanda riguardo le paraffine ad alto fluoro della ditta Tazzarri: sono adatte anche x lo skating o solo x la discesa ? Sono paragonabili alle HF Swix/Toko ?

http://www.tazzarisportdivision.com/index.cfm?page=Catalogo&IdSchedaProdotto=69&IdCatProdotto=12

Grazie

Personalmente non conosco i prodotti in questione, presumo però che siano adatti anche per il fondo.

ALPO
Messaggi: 241
Iscritto il: 5 gen 2009, 15:46

Messaggioda ALPO » 28 feb 2016, 19:56

Buongiorno, torno ad approfittare della discussione per chiedere se, disponendo di un dado di CeraF 100% (ceraF solid cold turbo swix) questo possa essere usato (previa polverizzazione) come una ceraF in polvere ovvero applicato con il ferro caldo anzicchè semplicemente tirato con il sughero

Si, è possibile polverizzarlo e applicarlo con il ferro, mettendone una buona quantità. Il dado è creato per comodità e velocità d'uso ma la composizione è la stessa della polvere.

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 399
Iscritto il: 3 lug 2001, 18:13

L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda giovanni » 2 nov 2016, 22:28

STAGIONE 2016/2017 - INIZIO NUOVI QUESITI

Avatar utente
fabrizio
Messaggi: 160
Iscritto il: 15 feb 2001, 1:00

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda fabrizio » 4 gen 2017, 20:58

STAGIONE 2016/2017

Risolvi i problemi di preparazione dei tuoi sci!
Hai dei dubbi, perplessità ?
Anche per la prossima stagione sciistica, Angelo Carrara responsabile test, ricerca e sviluppo di Briko Maplus, sarà disponibile da giovedì 5 gennaio a mercoledì 8 febbraio 2017 per rispondere ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.
Giovanni si farà portavoce per rispondere alle domande postate entro il mercoledì alle ore 12.00 che riceveranno risposta nei giorni successivi.


Immagine
ANGELO CARRARA di Serina (BG) è stato ski-man della Nazionale A e della Nazionale lunghe distanze.
Ha fatto parte della Nazionale Italiana di biathlon dal 1970 al 1982, ha vinto una dozzina di titoli Italiani e partecipato alle Olimpiadi di Lake Placid 1980 (USA).

Vegeta
Messaggi: 584
Iscritto il: 8 set 2011, 21:45

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda Vegeta » 4 gen 2017, 23:51

Buongiorno Angelo e bentornato a risolvere i nostri dubbi

Inauguro la stagione con due domande

1 Se per necessità organizzative devo farmi gli sci per la gara della domenica già il giovedì sera (scorrimento con paraffina HF + cera) farò un lavoro per nulla vista la volatilità del fluoro o per domenica saranno comunque buoni?

Il massimo rendimento lo si ha applicandola il giorno stesso della gara o la sera prima.
Col passare del tempo la performance cala ma comunque non scompare del tutto.

2 gli sci zero con inserto chimico per quali condizioni sono indicati? E che trattamento va fatto per la zona di tenuta (va dato un colpetto leggero di carta vetrata? e pulizia?)

Le condizioni d'uso sono proprio quelle di neve con temperature vicino allo 0°, dove la scelta della sciolina risulta difficile.
La zona di tenuta si può "ravvivare" con carta di vetro (grana 150/180) e pulire con gli appositi solventi per scioline.

Grazie
Ultima modifica di Vegeta il 10 gen 2017, 7:23, modificato 1 volta in totale.

VA_2008
Messaggi: 136
Iscritto il: 7 set 2010, 9:58

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda VA_2008 » 6 gen 2017, 20:58

Buona sera signor Carrara,
le ripropongo il quesito postato lo scorso anno:

"Buonasera sig. Carrara, avrei una domanda sulla cera F: ho un ferro (Swix) che arriva alla temperatura massima di 155 °C. Inoltre lo spessore della piastra di trasmissione del calore è piuttosto modesto.

Con questo ferro non riesco a portare la cera nella condizione di generare le "stelline".
Sono io che non sono capace o è un problema del ferro?"

Anche se la temperatura massima del ferro non supera i 155°, si può ovviare passando più lentamente lo stesso durante lo stendimento della cera. Attenzione però a non soffermarsi troppo per non creare bolle e danneggiarla, infatti non sempre le "cere" producono stelline, l'importante è verificare che dopo il passaggio, la soletta si presenti nera, senza parti biancastre, questo è sinonimo di corretta fusione del prodotto applicato.

Grazie.

AndreaPD
Messaggi: 603
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda AndreaPD » 17 gen 2017, 12:23

Buongiorno,
una nota casa consiglia spesso una base su neve artificiale con paraffina Marathon, che pare universale, senza uno specifico range di temperatura.

Cosa ne pensa? E in caso di mancato uso di cera, si può utilizzare lo stesso o è meglio scegliere una paraffina con range di temperatura più ristretto e adatto alla situazione?

Grazie

Andrea

Il prodotto in questione è stato studiato per chi non dispone di un assortimento di paraffine/cere specifico per ogni situazione.
Il rendimento ottimale lo si ottiene con una paraffina ed eventualmente una cera con range di temperatura più adatto alla situazione.

AndreaPD
Messaggi: 603
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda AndreaPD » 20 gen 2017, 9:41

Buongiorno,
altra domanda...

Ho avuto una buona occasione per acquistare della cera in dadetto solido: le chiedo come applicarla per garantire la maggior durata possibile, dovendola usare al posto di quella in polvere.

Grazie

Andrea

Per una maggior durata è consigliabile polverizzarlo (grattugiandolo) e applicarlo con il ferro, mettendone una buona quantità.
Il dado è creato per comodità e velocità d'uso ma la composizione è la stessa della polvere.

Puccio74
Messaggi: 57
Iscritto il: 12 gen 2015, 22:46

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda Puccio74 » 23 gen 2017, 13:11

Buonasera

Volevo sapere se ha senso per chi volesse fare la marcialonga fino a Molina solo braccia paraffinando e cerati tutto lo sci e una volta arrivato li fare applicare la sciolina a rullo? o non regge nemmeno per 7km? quindi per lo meno la zona di tenuta la devo lasciare cartavetrata senza passarci la paraffina se dopo voglio sciolinare anche se per pochi km.Premetto ho lo sci nuovo senza ancora la zona di tenuta allora posso ancora fare entrambi.
Scusate se sto chiedendo una fesseria.

Grazie

Se lo sci è nuovo e si paraffina completamente, non può garantire la durata, anche per soli 7 km, della sciolina a rullo applicata a Molina, a meno che non si trovi neve molle bagnata e poco abrasiva....
Altrimenti potrebbero esserci altre due soluzioni, in base al futuro che si vorrà prevedere per gli sci in questione.
Nel caso si vogliano tenere sempre tutti paraffinati, senza zona di tenuta, usati esclusivamente per il doble-poling, si potrebbe passare velocemente del pulitore nella zona interessata (per togliere la paraffina), cercando di asciugare bene lo sci prima dell'applicazione della sciolina.
Se invece si prevede in futuro di creare comunque una zona carteggiata nella zona di tenuta, sarebbe opportuno portarsi un pezzo di carta vetro e dare una grattata veloce prima dell'applicazione della sciolina a rullo.

Genky
Messaggi: 1256
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda Genky » 26 gen 2017, 17:31

Buongiorno Angelino,
Una curiosità:

Ma esiste una condizione di neve dove una sciolina di scorrimento solo idrocarburi, sia più performante di una a basso contenuto di fluoro?

E se non esiste, su quali nevi può durare decine di km?

Grazie mille a Giovanni e Fabrizio per l'opportunità e a Angelino per la risposta.

Con temperature molto fredde i due prodotti possono equivalersi sia per durata che per scorrimento.
Sulla lunga distanza il fluoro risulta sempre comunque più performante in quanto permette di accumulare meno sporco sulla soletta.
Gianfranco.

Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon

ALPO
Messaggi: 241
Iscritto il: 5 gen 2009, 15:46

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda ALPO » 5 feb 2017, 9:13

buongiorno e grazie anche da parte mia per il proseguo di questa iniziativa, che messa tutta assieme è diventato un bel compendio di tecnica.
La mia domanda riguarda la pulizia della soletta zona di scorrimento, in particolare per gli sci da classico. Succede che i tratti in punta e coda paraffinati raccolgano dei residui di sciolina di tenuta. Questo imbrattamento è macroscopico ad esempio al termine della Marcialonga, ma in maniera meno evidente accade anche sciando normalmente, tant'è che chiedo se non valga la pena di usare sempre il pulitore, anche per di evitare di mandare in profondità questo sporco. Pulitore che però è sconsigliato da alcuni professionisti, perchè "secca" la soletta (e, chiedo, rischia di vanificare l'auspicata saturazione della stessa?). So che esiste anche la possibilità di pulire paraffinando e asportando immediatamente... ma mi sembra operazione laboriosa per un dilettante, spesso in lotta con il poco tempo disponibile.
Dunque quale è il male minore? paraffinare una soletta che ha più o meno visibilmente raccolto della sciolina di tenuta, o pulirla usando un invasivo solvente?
Un rivenditore mi ha consigliato di usare per pulire dallo sporco senza "seccare" il solo fluorclean (briko maplus) anche in assenza di ceratura: potrebbe essere un buon compromesso?

I pulitori sono stati studiati appositamente per la pulizia accurata delle solette, non seccano e non intaccano la saturazione, cosa che farebbero invece prodotti come nitro o benzina.
E' consigliabile usarli sempre (va bene anche il Clean normale se non si è usata cera florurata) per ottenere una perfetta pulizia che permette successivamente di applicare il prodotto più idoneo per il tipo di neve che si incontrerà, senza correre il rischio di "mischiare" con altri residui di paraffina non adatti alle temperature e alle condizioni della performance che si andrà ad affrontare.
La pulizia a caldo può andar bene ma non è accurata come quella ottenuta con il pulitore. Anche in questo caso, la sovrapposizione di paraffina con caratteristiche diverse andrà a creare un miscuglio con caratteristiche poco certe.

VA_2008
Messaggi: 136
Iscritto il: 7 set 2010, 9:58

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda VA_2008 » 5 feb 2017, 15:39

Buon giorno Angelino,
è possibile che l'applicazione di una cera rallenti lo sci anzichè velocizzarlo? Mi spiego:

Il Sabato precedente la Marcialonga ho paraffinato due paia di sci con HF7 Swix. Inoltre su un paio, che dai test eseguiti alla mattina era risultato essere nettamente il più veloce, ho applicato della cera FC7x (swix). Alla mattina successiva, con mio grande stupore, i due paia di sci erano diventati veloci uguali. Come mai?
Ho messo la cera male visto che non sono riuscito a fonderla completamente?

Faccio notare inoltre che gli sci che Sabato erano risultati più veloci sono stati paraffinati e cerati completamente, ovvero da punta a coda, mentre sugli altri avevo escluso il ponte.

Grazie

Si, può succedere.
Le variabili sono molteplici, anche se alla vista tutto sembra come il giorno precedente, le caratteristiche della neve, umidità, temperatura, fresatura della pista, possono cambiare e di conseguenza lo sci meno performante il giorno prima, potrebbe trovare le condizioni ottimali per la sua maggior resa, anche sprovvisto di ceratura e con il ponte non paraffinato.
Nel caso di lunga distanza, è comunque preferibile (a meno che il divario sia eccezionale) lo sci cerato, in quanto più repellente allo sporco e quindi al conseguente minor rallentamento.

AndreaPD
Messaggi: 603
Iscritto il: 6 dic 2006, 10:24

Re: L'ESPERTO RISPONDE

Messaggioda AndreaPD » 6 feb 2017, 14:46

Buongiorno Angelino,
ancora un quesito sulla pulitura degli sci, stavolta da skating.

Ogni quanto vanno puliti col pulitore? Da poco un forte amatore mi diceva che non li pulisce praticamente mai, e da la nuova paraffina sopra quella vecchia rimasta dopo la sciata, anche se hanno temperature di utilizzo diverse....

Grazie

Andrea

Nel caso si debbano affrontare gare, è consigliabile usare sempre il pulitore per ottenere una pulizia accurata e poter applicare il prodotto più idoneo per l'occasione, senza sovrapporlo a residui che andrebbero a creare un miscuglio con caratteristiche poco certe.


Torna a “Paraffine - Scioline”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite