I diari della sciolina 2016-2017


luce86
Messaggi: 24
Iscritto il: 8 set 2015, 0:11

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda luce86 » 30 dic 2016, 14:37

Ieri sciato a Pontresina:
temperatura rigida al mattino (-12°), poi con l'arrivo del sole è andata mooolto meglio (-2° alle 12 circa).
Preparato una base blu klister, poi una mano di viola special sempre klister a casa, e ricoperta inizialmente con una stick blu e poi una violetta.
Risultato per me ottimo, anche perchè le piste erano state fresate tutte la sera prima.
ciao ciao

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda mattila76 » 2 gen 2017, 19:48

Data: 02-01-2017
Luogo: Pragelato (Piemonte)
Meteo: soleggiato, temperatura attorno allo zero in calo (sciato dalle 15,30 alle 17), neve trasformata, ma fredda e compatta (no granita)
Sciolina: base swix klister verde (tirata col ferro il giorno prima); sopra stick swix v45 violet (0; -3 / due mani)
Commenti: tutto sommato buona tenuta, ma non ho testato la tenuta sulle salite più ripide (ho fatto solo un po' di giri della blu con poche varianti rosse e nulla della nera). Di contro scorrevolezza fantastica: la neve molto compatta con la paraffina swix blu LF7 garantivano lunghi tratti a spinta o passo spinta.

Domani bis

alberto.cigala
Messaggi: 491
Iscritto il: 7 dic 2013, 15:37

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda alberto.cigala » 14 gen 2017, 18:56

Schilpario.
5 cm di neve fresca mista ad artificiale.
Stick verde tirata..col phon + blue.
Buona tenuta e scorrevolezza.
-4 alle 10.00 /0 alle 12.00

alberto.cigala
Messaggi: 491
Iscritto il: 7 dic 2013, 15:37

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda alberto.cigala » 25 gen 2017, 11:43

Lo so che gioco d’anticipo…..ma poi farò sapere sicuramente come è andata….

Sabato dovrei essere a Schilpario con le figlie, anche quella piccola di 4 anni che ha provato la scorsa settimana.

Aveva nevicato 7-8 cm 15 giorni fa, il resto è artificiale.

Sabato scorso ho usato stick verde tirata a caldo e viola sopra con sughero.

Ora sono un po’ in difficoltà…..fa freddo, ma qualcosina dei 7-8 cm naturali si sarà per forza consumato…

Che dite vado di klister ricoperta di stick, o rifaccio come settimana scorsa stick base + stick + calda sopra?

Consigli ben accetti.

Genky
Messaggi: 1417
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Genky » 25 gen 2017, 15:49

Se dovessi sciare a Schilpario sabato, tenendo conto che non dovrebbero arrivare precipitazioni, io ragionerei così, anche tenuto conto della mia forma precaria:
La neve un po'di trasformazione già l'ha avuta, quindi per non soffrire nelle salite metterei una base klister, mischiata a un po' di stick, tirata con il ferro.
La stick riduce la possibilità che si ghiacci.
La klister non la metterei in presenza di neve naturale, nemmeno se poca.
Poi ricoprire (sul posto) con stick adatta alla temperatura dell'aria.
Ma non fidarti ciecamente dei miei consigli eh...
Gianfranco.

Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda mattila76 » 26 gen 2017, 11:02

Direi che Genky ha ragione. Ricoprire con stick è obbligatorio, sotto si può anche mischiare.

Anche io vorrei giocare in anticipo.
Sabato vado in Engadina: cosa faccio?

Temperatura prevista fra 0 e -12. La neve ormai ha più di una settimana e le temperature sono rimaste sempre basse.

Io pensavo base stick fredda (verde) e sopra 3 o 4 passate di blu: temo che la neve sarà molto abrasiva.

luce86
Messaggi: 24
Iscritto il: 8 set 2015, 0:11

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda luce86 » 26 gen 2017, 11:44

x Mattila:
il tuo ragionamento è corretto, e secondo me dovrebbe bastare quanto metti. Al limite portati una stick viola in previsione della scaldata da aggiungere all' occorrenza.
Sabato scorso che era molto + freddo (con temperatura iniziale di -16° e finale di -7° ho optato per una base mista verde+blu tirata col ferro, e ricoperto in loco con 2 mani di verde -4°-10° della rode P20 e sopra (per l'inizio) una mano di verde swix V20 con buonissimi risultati.

luca72comasina
Messaggi: 1223
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda luca72comasina » 26 gen 2017, 19:22

domanda semi-impertinente: ma la base stick nera, che quando iniziai a sciare con continuita' 14 anni fa mi dissero che andava tendenzialmente usata sempre come base quando si dovevano mettere le stick, e che da quel che leggo vedo che non usate quasi mai,in quali condizioni è indicato mettere per avere dei buoni risultati? Solo dopo una recente nevicata?

Genky
Messaggi: 1417
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Genky » 27 gen 2017, 9:36

luca72comasina ha scritto:domanda semi-impertinente: ma la base stick nera, che quando iniziai a sciare con continuita' 14 anni fa mi dissero che andava tendenzialmente usata sempre come base quando si dovevano mettere le stick, e che da quel che leggo vedo che non usate quasi mai,in quali condizioni è indicato mettere per avere dei buoni risultati? Solo dopo una recente nevicata?


Se non erro la base nera va bene sotto le stick.
Bisogna metterne poca e tirarla con il ferro.
Turisticamente parlando, va benissimo. Gli agonisti generalmente prediligono basi fredde per guadagnare un po' di scorrevolezza. Ma gli agonisti sono più precisi nel gesto, hanno più forza e riescono a sopperire a una leggera perdita di tenuta.

Se prevedo un uscita su percorsi poco mossi opto per una base verde o blu, se vado a sciare su piste agonistiche, base nera rode o VG35 Swix che più o meno sono la stessa cosa,

Ribadisco: se non erro.
Gianfranco.



Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda mattila76 » 27 gen 2017, 16:14

luce86 ha scritto:x Mattila:
il tuo ragionamento è corretto, e secondo me dovrebbe bastare quanto metti. Al limite portati una stick viola in previsione della scaldata da aggiungere all' occorrenza.
Sabato scorso che era molto + freddo (con temperatura iniziale di -16° e finale di -7° ho optato per una base mista verde+blu tirata col ferro, e ricoperto in loco con 2 mani di verde -4°-10° della rode P20 e sopra (per l'inizio) una mano di verde swix V20 con buonissimi risultati.


Base verde tirata. Domani in loco valuto se dare solo blu o anche bianca/viola. Probabilmente scierò dalle 10 alle 13, quindi con temperature vicine allo zero.

luca72comasina
Messaggi: 1223
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda luca72comasina » 27 gen 2017, 20:04

Se non erro la base nera va bene sotto le stick.
Bisogna metterne poca e tirarla con il ferro.
Turisticamente parlando, va benissimo. Gli agonisti generalmente prediligono basi fredde per guadagnare un po' di scorrevolezza. Ma gli agonisti sono più precisi nel gesto, hanno più forza e riescono a sopperire a una leggera perdita di tenuta.

Se prevedo un uscita su percorsi poco mossi opto per una base verde o blu, se vado a sciare su piste agonistiche, base nera rode o VG35 Swix che più o meno sono la stessa cosa,

Ribadisco: se non erro.[/quote]

Grazie Genky terro' presente..

alberto.cigala
Messaggi: 491
Iscritto il: 7 dic 2013, 15:37

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda alberto.cigala » 28 gen 2017, 12:19

Schilpario 0 alle 10.30 2 a mezzogiorno.
Neve molto bella.
Klister viola + multigrade Rode tirata scaldata col phon.....sopra viola swix 0-2.
Turisticamente tenuta ottima. Non velocissimi gli sci almeno all'inizio.
Piacevole conoscenza di pletta.

alberto.cigala
Messaggi: 491
Iscritto il: 7 dic 2013, 15:37

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda alberto.cigala » 11 feb 2017, 16:51

Stesso posto....
2 gradi alle 11.
Neve fresca non trasformata fuori dai binari..... ma binari ghiacciati!
Klister viola di base, molto poca. Ricoperta da viola Rode un paio di mani.
Pochissima tenuta, sci molto veloci.
Ore 11.30, 3 gradi.
Messo una mano di rossa. Sempre poca tenuta
in piano, zero in salita e sci molto veloci nei binari.
Ma zoccolo bestiale se si usciva dai binari...
Chiesto anche a maestro sulla pista e in linea di massima non ho sbagliato secondo lui.
Che fare in questi casi....???

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda mattila76 » 13 feb 2017, 18:58

In quei casi ....... via di braccia.
Anzi, megĺio, non si scia.
A parte le cavolate ... la klister ricoperta se ho capito bene si prepara con klister non troppo scarsa e sopra stick un poco più fredda della temperatura effettiva. Quindi io avrei messo un bello stato di klister e sopra un solo strato di stick viola o addirittura blu.

luca72comasina
Messaggi: 1223
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda luca72comasina » 13 feb 2017, 19:25

io ieri a S.bernardino, neve fresca di 24h, bella manozza di base stick nera a freddo e una passata di stick Swix blu, ad inizio giornata tutti gli alternisti avevano problemi di scorrimento (la tenuta in salita era invece discreta) ma dopo le 13 i risultati erano migliori.

Genky
Messaggi: 1417
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Genky » 13 feb 2017, 20:34

alberto.cigala ha scritto:Stesso posto....
2 gradi alle 11.
Neve fresca non trasformata fuori dai binari..... ma binari ghiacciati!
Klister viola di base, molto poca. Ricoperta da viola Rode un paio di mani.
Pochissima tenuta, sci molto veloci.
Ore 11.30, 3 gradi.
Messo una mano di rossa. Sempre poca tenuta
in piano, zero in salita e sci molto veloci nei binari.
Ma zoccolo bestiale se si usciva dai binari...
Chiesto anche a maestro sulla pista e in linea di massima non ho sbagliato secondo lui.
Che fare in questi casi....???

Come dice Angelino Carrara devi scegliere dove tenere, e in questo caso, o nel binario o fuori.
Sto facendo una mezza provocazione Alberto.
Con queste condizioni faccio skating, punto.
Lascio agli altri il piacere di impazzire nella ricerca di un compromesso che forse nemmeno c'è.

Ora per gioco provo a impazzire:

Il binario ghiacciato richiede una klister, che sulla neve nuova è disastrosa.
La pochissima tenuta del primo mattino potrebbe esser frutto di un po'di neve nei binari e dalla freschezza muscolare che ti permette di caricare maggiormente lo sci.
Forse, dico forse, ridico forse, puntare a salire ogni salita e salitina fuori dai binari con una sciolina adatta alla neve nuova per poi stare nei binari in discesa e nei tratti dove puoi procedere con la scivolata spinta (double poling proprio non mi piace)?
È un idea.
Ma, psicologicamente parlando, quando si vede il binario lucido, i più, me compreso, pensano "klister!!"
Gianfranco.



Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon

Vegeta
Messaggi: 646
Iscritto il: 8 set 2011, 21:45

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Vegeta » 13 feb 2017, 22:16

Valmalenco - San G

Sabato. Neve fresca, pesante bagnata
Tiro fuori gli sci fatti con viola Swix Vr45 -2 -8
Risultato: via sci da classico...benvenuto sci da skating

Ipotesi: forse la viola Vr50 0 -2 avrebbe funzionato meglio, con un piccolo aiuto di argento (Vr75)

Domenica. Di notte ha fatto un po' di freddo rendendo la neve meno bagnata, e allora sci (diverso da quello di sabato) fatto un po' sperimentale:
Sotto una Rex powergrip viola (una porcheria stick gelatinosa da stendere con il ferro) sopra Swix Vr45 (-2 -8), un cùlp d'argènt, ricoperta di nuovo con Vr45, avendo intenzione di fare un po' di km ed essendo la pista esigente ho messo una mano in più

Risultato: grande sciata, tenuta buona e scorrevolezza buona, ma forse più merito dello sci
il "cùlp d'argènt" secondo me in alcuni punti grattava troppo, ma a San G la tenuta non può essere precaria

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda mattila76 » 15 feb 2017, 18:14

Vegeta ha scritto:Valmalenco - San G

Sabato. Neve fresca, pesante bagnata
Tiro fuori gli sci fatti con viola Swix Vr45 -2 -8
Risultato: via sci da classico...benvenuto sci da skating

Ipotesi: forse la viola Vr50 0 -2 avrebbe funzionato meglio, con un piccolo aiuto di argento (Vr75)

Domenica. Di notte ha fatto un po' di freddo rendendo la neve meno bagnata, e allora sci (diverso da quello di sabato) fatto un po' sperimentale:
Sotto una Rex powergrip viola (una porcheria stick gelatinosa da stendere con il ferro) sopra Swix Vr45 (-2 -8), un cùlp d'argènt, ricoperta di nuovo con Vr45, avendo intenzione di fare un po' di km ed essendo la pista esigente ho messo una mano in più

Risultato: grande sciata, tenuta buona e scorrevolezza buona, ma forse più merito dello sci
il "cùlp d'argènt" secondo me in alcuni punti grattava troppo, ma a San G la tenuta non può essere precaria



Caro Vegeta,
ti ho sempre riconosciuto come mio maestro di sciolinatura ...... ma questa volta la klister argento proprio non l'ho capita.

Domanda. Io non uso le stick vr, come ti trovi? Cosa cambia rispetto a quelle non fluorate?

Vegeta
Messaggi: 646
Iscritto il: 8 set 2011, 21:45

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Vegeta » 15 feb 2017, 21:49

Dai...non esageriamo!!!

Allora...cominciamo con le Vr
Sono scioline che assicurano più scorrimento, penalizzando un filo la tenuta, ma sinceramente tutta questa differenza non la sento nella tenuta

Veniamo al "cùlp d'argènt"
Tanto per cominciare la Vr75 è una stick-klister, no tubetto
Da sola non ci ho mai cavato nulla, a parte lo sconsiderato uso sulla salita della cascata alla Marcialonga
L'uso migliore lo ottengo facendo una strisciatina leggerissima di circa 30/40 cm (20cm in avanti e indietro rispetto all'attacco), tirata con il sughero (io uso quello sintetico) fino a farla sparire, e poi ricoperta con la stick che già stai usando
Questa "magia" d'argento l'ho rubata in uno stand Swix, dovrebbe in condizioni limite garantire un pizzico di tenuta in quei punti dove la stick non funziona bene
Ovviamente attenzione, il rischio che su neve nuova gratti e/o zoccoli è alto, per questo che la strisciatina la tengo corta corta, e che ricopro, in modo che se ne ho bisogno esaspero lo schiacciamento dello sci

Vegeta
Messaggi: 646
Iscritto il: 8 set 2011, 21:45

Re: I diari della sciolina 2016-2017

Messaggioda Vegeta » 15 feb 2017, 21:51

...poi maestro proprio no!

Ma ricordo di averti avviato alla SNA alla sciolinatura, e di questo ne vado personalmente fiero


Torna a “Paraffine - Scioline”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti