Come testare e sceglier tra due o più sci?


ericradis
Messaggi: 588
Iscritto il: 5 mar 2006, 21:50

Messaggioda ericradis » 9 feb 2013, 21:01

Volevo chieder qualche consiglio su come effettuare la scelta per sceglier lo sci più performante tra quelli in sacca.
Quello che faccio è un giretto per veder quello che dà sensazioni migliori. Poi un test su una discesina lasciandosi cadere e vedendo quanto 'lontano' si arriva. Tre prove per sci, onde evitar errori dovute a frenate involontarie.
Le poche volte che l'ho fatto è successo che in confronto allo sci preparato per la gara andava di più il paio rigato, paraffinato non di recente, con paraffine senza fluoro :-))


********
Le poche volte che l'ho fatto è successo che in confronto allo sci preparato per la gara andava di più il paio rigato, paraffinato non di recente, con paraffine senza fluoro

[/quote]
Anche a me è successa spesso la stessa cosa.

<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>



Scritto Da - ericradis on 09/02/2013 20:01:48

Avatar utente
Stokkeloppet
Messaggi: 2563
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 11 feb 2013, 13:26

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Volevo chieder qualche consiglio su come effettuare la scelta per sceglier lo sci più performante tra quelli in sacca.
Quello che faccio è un giretto per veder quello che dà sensazioni migliori. Poi un test su una discesina lasciandosi cadere e vedendo quanto 'lontano' si arriva. Tre prove per sci, onde evitar errori dovute a frenate involontarie.

<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Faccio esattamente come te, poi però la prima parte della prova prende il sopravvento e scelgo quello che "mi dice di più"<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

"Lo sci da sciolinare resta lo strumento principale per fare fondo" by Rosqua

berthoh
Messaggi: 274
Iscritto il: 9 mar 2012, 0:12

Messaggioda berthoh » 6 mar 2013, 13:07

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Volevo chieder qualche consiglio su come effettuare la scelta per sceglier lo sci più performante tra quelli in sacca.
Quello che faccio è un giretto per veder quello che dà sensazioni migliori. Poi un test su una discesina lasciandosi cadere e vedendo quanto 'lontano' si arriva. Tre prove per sci, onde evitar errori dovute a frenate involontarie.
Le poche volte che l'ho fatto è successo che in confronto allo sci preparato per la gara andava di più il paio rigato, paraffinato non di recente, con paraffine senza fluoro :-))


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

per ora non sbaglio mai, ho un paio solo <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

skiatore
Messaggi: 162
Iscritto il: 21 ott 2009, 18:15

Messaggioda skiatore » 6 mar 2013, 14:46

il metodo migliore sarebbe avere le fotocellule e provarli su una discesa non troppo ripida altrimenti il tuo metodo va più che bene... su neve non umida va benissimo anche parafina senza fluoro e poi cmq considera che alla base c'è sempre una soletta più o meno buona di suo... esistono sci vecchi di anni molto più veloci dello sci nuovo semplicemente perchè quella soletta è uscita meglio dalla fabbrica o magari è semplicemente meglio per quel tipo specifico di neve e magari con altre condizioni la situazione si capovolge. Saluti

albyerto
Messaggi: 630
Iscritto il: 26 gen 2009, 18:54

Messaggioda albyerto » 6 mar 2013, 16:42

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
il metodo migliore sarebbe avere le fotocellule e provarli su una discesa non troppo ripida altrimenti il tuo metodo va più che bene... su neve non umida va benissimo anche parafina senza fluoro e poi cmq considera che alla base c'è sempre una soletta più o meno buona di suo... esistono sci vecchi di anni molto più veloci dello sci nuovo semplicemente perchè quella soletta è uscita meglio dalla fabbrica o magari è semplicemente meglio per quel tipo specifico di neve e magari con altre condizioni la situazione si capovolge. Saluti


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
per ora ne ho solo due. Comunque, si, ho notato che a parità di paraffinatura tra un paio e l'altro c'è anche notevole differenza. Uno ha struttura cold ed un altro struttura warm. Ma le volte che penso che vada bene quello a struttura fine fila di più a struttura più grossa e viceversa. quindi meglio provarli, non si sbaglia :-))
Anche se ad un paio quest'anno, sciando sui sassi, sulle strade, sui tronchi, ci ho messo dentro delle belle zaffe.

skiatore
Messaggi: 162
Iscritto il: 21 ott 2009, 18:15

Messaggioda skiatore » 6 mar 2013, 16:50

la struttura dovrebbe essere fatta in base alle caratteristiche della soletta dello sci... nel senso prima provi lo sci e vedi se la soletta va meglio su nevi fredde o su nevi umide... nel primo caso allora lo fai strutturare fine nel secondo con struttura grossa per neve umida in modo da migliorare la velocità della solatta sulle nevi sulle quali da già il meglio <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle> saluti

albyerto
Messaggi: 630
Iscritto il: 26 gen 2009, 18:54

Messaggioda albyerto » 6 mar 2013, 17:00

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
la struttura dovrebbe essere fatta in base alle caratteristiche della soletta dello sci... nel senso prima provi lo sci e vedi se la soletta va meglio su nevi fredde o su nevi umide... nel primo caso allora lo fai strutturare fine nel secondo con struttura grossa per neve umida in modo da migliorare la velocità della solatta sulle nevi sulle quali da già il meglio <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle> saluti


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

bhe, dai qui si va già oltre, mi sa che non arriverò mai ad un livello al quale queste finezze facciano la differenza.<img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>
Comunque dei miei due trab, uno è uscito dalla fabbrica marchiato blu, struttura cold, e l'altro marchiato giallo, struttura warm. Penso che quando li rifarò strutturare terrò questa indicazione.

skiatore
Messaggi: 162
Iscritto il: 21 ott 2009, 18:15

Messaggioda skiatore » 6 mar 2013, 17:26

le finezze aiutano solo a fare un pochino meno fatica.. <img src=faccine/3.gif border=0 align=middle> saluti

Avatar utente
Genky
Messaggi: 1655
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Messaggioda Genky » 28 nov 2013, 20:50

Quando facevo qualche granfondo, avevo meno sci di ora, e li testavo sulle discesine come fanno molti.
Ora quando riesco a trovare il tempo di prepararli, e voglio testarli perché ad esempio, sono in un comprensorio vasto e quel giorno voglio picchiar giù un bel po' di km. faccio una sciatina con ai piedi gli sci spaiati. Generalmente mi accorgo immediatamente qual'è il paio più veloce, se non sono convintissimo, li scambio nei piedi e vedo.
In questo modo non devo cercare discesine dove a volte, ad ogni prova si lisciano e si va indipendentemente dallo sci, più veloci.
Quanto detto riferito allo skating.
Per il classico, visto che non faccio più gare preparo la sera prima due sci con identica sciolina di scorrimento, scegliendo come si fa sempre, nel dubbio una sciolina da scorrimento leggermente più fredda.
La differenza la gioco sulla tenuta e poi li provo come sopra.
Secondo il mio modestissimo parere, se gareggiassi preparerei sempre la sera gli sci, al mattino si è sempre sparati dal cannone.

Mio cognato che va moooooolto forte, usa le fotocellule.
Se non le avete, il sistema che adotto, forse può aiutarvi<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

Gianfranco.

Solo nel vocabolario successo viene prima di sudore! V.Sassoon

albyerto
Messaggi: 630
Iscritto il: 26 gen 2009, 18:54

Messaggioda albyerto » 29 nov 2013, 12:10

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Quando facevo qualche granfondo, avevo meno sci di ora, e li testavo sulle discesine come fanno molti.
Ora quando riesco a trovare il tempo di prepararli, e voglio testarli perché ad esempio, sono in un comprensorio vasto e quel giorno voglio picchiar giù un bel po' di km. faccio una sciatina con ai piedi gli sci spaiati. Generalmente mi accorgo immediatamente qual'è il paio più veloce, se non sono convintissimo, li scambio nei piedi e vedo.

Solo nel vocabolario successo viene prima di sudore! V.Sassoon
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
Quello di sciar con gli sci spaiati é geniale. Metodo veloce e pratico. Grazie.


Torna a “Allenamento: metodi, consigli ed esperienze varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite