Tecnica di frenata: sci paralleli


rosqua
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 nov 2010, 11:31

Messaggioda rosqua » 23 feb 2016, 12:49

Buonasera a tutti,

Sono ancora un principiante ed ora che padroneggio con discreta sicurezza lo spazzaneve non posso che rimanere incuriosito ed affascinato dalla tecnica di frenata a sci paralleli che vedo eseguire da sciatori più bravi ed esperti di me. Ho provato a leggere qualcosa qua e lá e seguire qualche video su youtube ma oggi provando a seguire le istruzioni <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle> mi sono accorto che faccio fatica a mettere in modo corretto lo sci a monte, pur alleggerendolo dal peso e frenando con l'altro...
La domanda ora è... È una tecnica difficile da imparare? Qualcuno ha qualche consiglio al riguardo?

Giusto per sapere anche voi cosa ne pensate.. La prossima volta credo che prenderò una lezione con il mio fidato maestro in modo da farmi correggere su difetti vari e chiederò qualche consiglio/ (esercizio se c'é) anche a lui...<img src=faccine/3.gif border=0 align=middle>


********
personalmente non ho mai imparato e se riesco a fare lo spazzaneve senza cadute è già grasso che cola, però posso citarti quello che mi diceva il maestro di sci escursionismo quando tentava di insegnarci tale tecnica: lui ci spiegava come fare poi ci diceva di andare sulla neve e provare provare provare e soprattutto "giocare" con gli sci sulla neve <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>
ora sperando in qualche intervento più tecnico, buona fortuna!

----------------------
e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia

cactaceo
Messaggi: 2052
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 23 feb 2016, 13:28

Io so frenare con sci paralleli xchè ho un passato da discesista, mi viene abbastanza naturale, non saprei spiegarlo bene, so che lo faccio piegando le ginocchia e spostando il peso.
Cmq in gara è molto usato lo spazzaneve, guarda anche i Prof, quando rallentano sulle discese con traffico usano spazzaneve piuttosto che la scartata.

radi1
Messaggi: 753
Iscritto il: 20 apr 2006, 10:59

Messaggioda radi1 » 23 feb 2016, 20:58

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Cmq in gara è molto usato lo spazzaneve, guarda anche i Prof, quando rallentano sulle discese con traffico usano spazzaneve piuttosto che la scartata.


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
Mi han detto, (lo riporto e non l'ho potuto verificare) che non usano la scartata perché si rovinano gli sci ma non ho capito se si rovinano per la struttura o per la sciolinatura e/o paraffinatura; presumo per quest'ultimo motivo, perché i prof non si comprano gli sci!


radi1

"You only live once, but if you do it right, once is enough."

pedroterzo
Messaggi: 3516
Iscritto il: 14 nov 2007, 15:27

Messaggioda pedroterzo » 24 feb 2016, 15:41

Non so se è quello di cui parli tu.
In certe curve (non troppo difficili) io faccio una specie di derapata che in pratica si può dividere in due fasi:
1) entro in curva con un po' di spazzaneve
2) a circa metà curva richiamo lo sci interno, solevandolo, e lo metto parallelo all'altro. In questa fase, mentre lo sci interno è ancora sollevato, quello esterno continua a girare mettendosi (più o meno) nella direzione dell'uscita dalla curva.
E' un gesto che trovo molto divertente, ma non so se equivalga alla frenata a sci paralleli...

<b>Pedroterzo</b>
<i>"L'ebbrezza di quell'ora passata lassù, isolato dal mondo, nella gloria delle altezze,
potrebbe essere sufficiente a giustificare qualsiasi follia" (G. Gervasutti)</i>

migly
Messaggi: 1521
Iscritto il: 25 dic 2004, 11:53

Messaggioda migly » 24 feb 2016, 18:17

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Non so se è quello di cui parli tu.
In certe curve (non troppo difficili) io faccio una specie di derapata che in pratica si può dividere in due fasi:
1) entro in curva con un po' di spazzaneve
2) a circa metà curva richiamo lo sci interno, solevandolo, e lo metto parallelo all'altro. In questa fase, mentre lo sci interno è ancora sollevato, quello esterno continua a girare mettendosi (più o meno) nella direzione dell'uscita dalla curva.
E' un gesto che trovo molto divertente, ma non so se equivalga alla frenata a sci paralleli...

<b>Pedroterzo</b>
<i>"L'ebbrezza di quell'ora passata lassù, isolato dal mondo, nella gloria delle altezze,
potrebbe essere sufficiente a giustificare qualsiasi follia" (G. Gervasutti)</i>
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Dicesi stemm cristiania, primo passo per arrivare al "cristiania", ossia la curva a sci paralleli. Ma parliamo di una progressione tecnica di oltre un secolo fa...
La "conduzione di curva" a sci paralleli è una tecnica piuttosto complessa per un fondista, specie per chi non ha trascorsi discesistici. Personalmente, scio da 37 anni (e ne compio 38 fra un mese!) ma ancora faccio abbastanza fatica.

Mat.

www.migly.it

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 24 feb 2016, 21:49

Deduca dai commenti di migly e cactaceo di cui concordo,
che alla faccia di pedroterzo <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle> fare discesa, un po' serve. <img src=faccine/3.gif border=0 align=middle>

luca72comasina
Messaggi: 1223
Iscritto il: 16 feb 2007, 14:36

Messaggioda luca72comasina » 24 feb 2016, 22:22

Migly riusciresti a dirci qualcosa di piu' sulla curva a sci paralleli?

Dicesi stemm cristiania, primo passo per arrivare al "cristiania", ossia la curva a sci paralleli. Ma parliamo di una progressione tecnica di oltre un secolo fa...
La "conduzione di curva" a sci paralleli è una tecnica piuttosto complessa per un fondista, specie per chi non ha trascorsi discesistici. Personalmente, scio da 37 anni (e ne compio 38 fra un mese!) ma ancora faccio abbastanza fatica.

Mat.

www.migly.it
[/quote]

Fkt
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 mar 2015, 20:32

Messaggioda Fkt » 24 feb 2016, 22:55

Grazie a tutti per le risposte, ci sono diversi spunti buoni, quanto dici tu Pedroterzo mi incuriosisce, in effetti più o meno è quello che cercavo di fare frenando ma non riuscivo poi a mettere parallelo lo sci !

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Non so se è quello di cui parli tu.
In certe curve (non troppo difficili) io faccio una specie di derapata che in pratica si può dividere in due fasi:
1) entro in curva con un po' di spazzaneve
2) a circa metà curva richiamo lo sci interno, solevandolo, e lo metto parallelo all'altro. In questa fase, mentre lo sci interno è ancora sollevato, quello esterno continua a girare mettendosi (più o meno) nella direzione dell'uscita dalla curva.
E' un gesto che trovo molto divertente, ma non so se equivalga alla frenata a sci paralleli...

<b>Pedroterzo</b>
<i>"L'ebbrezza di quell'ora passata lassù, isolato dal mondo, nella gloria delle altezze,
potrebbe essere sufficiente a giustificare qualsiasi follia" (G. Gervasutti)</i>
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote><img src=faccine/4.gif border=0 align=middle><img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>

Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 25 feb 2016, 0:21

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Deduca dai commenti di migly e cactaceo di cui concordo,
che alla faccia di pedroterzo <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle> fare discesa, un po' serve. <img src=faccine/3.gif border=0 align=middle>


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Infatti ho preso la mia prima lezione sabato scorso...

migly
Messaggi: 1521
Iscritto il: 25 dic 2004, 11:53

Messaggioda migly » 25 feb 2016, 16:43

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Migly riusciresti a dirci qualcosa di piu' sulla curva a sci paralleli?
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Sarebbe meglio lo facesse un maestro...

Mat.

www.migly.it

Genky
Messaggi: 1417
Iscritto il: 5 dic 2007, 10:18

Messaggioda Genky » 25 feb 2016, 23:44

Se parliamo di curva a a sci paralleli,
L'ho vista fare una sola volta da un nazionale a Riale sul tornante prima del ponte. Ero rimasto a bocca aperta.
Fkt chiedeva della frenata, decisamente più semplice.
Comincia a prendere pratica sulle blu di discesa, con gli sci da fondo.
Ti metti con gli sci di traverso rispetto alla pendenza, come quando sei fermo, busto a valle fai "slittare" gli sci a valle (derapata) fino a quando hai preso confidenza.
Intanto trovo le parole per il resto....

Gianfranco.

Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon

cactaceo
Messaggi: 2052
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 26 feb 2016, 10:08

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Migly riusciresti a dirci qualcosa di piu' sulla curva a sci paralleli?
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Sarebbe meglio lo facesse un maestro...

Mat.

www.migly.it
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Matteo con lo Stemm cristiania hai risvegliato ricordi di quasi 50 anni fa, si cominciava con il stemm cristiania e poi cristiania a monte e cristiania a valle, visto che lo stemm veniva dopo lo spazzaneve, si parlo del 70/71, al secondo forse terzo anno di lezioni.
Mamma come sono vecchio. A questo punto ho una curiosità anche io, visto che la discesa l'ho abbandonata + di 15 anni fa dopo l'ultima visita all'ospedale causa frattura, chiedo se l'insegnamento di base è sempre lo stesso o con i nuovi sci sciancrati è cambiato qualcosa anche a livello di apprendimento.
Lo so sono andato OT ma sempre di neve si parla !!!<img src=faccine/4.gif border=0 align=middle><img src=faccine/4.gif border=0 align=middle><img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>

cactaceo
Messaggi: 2052
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 26 feb 2016, 23:35

e visto che si parla di discesa, oggi è l'anniversario della morte di Leonardo David, un ragazzo che secondo molti sarebbe diventato il nuovo Thoeni.
Ricordo che rimasi colpito prima dalla sua sciata innovativa e poi ancora + colpito dal suo incidente, il coma e la morte 6 anni dopo.
Poco da aggiungere, Gressoney, non è solo De Fabiani o Arianna Follis, ma anche I Leonardo David e i Leonardo Follis che ci hanno lasciati troppo presto.

Fkt
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 mar 2015, 20:32

Messaggioda Fkt » 27 feb 2016, 1:13

Quindi inizi da fermo e ti dai un colpetto per scendere con già gli sci paralleli iniziando la discesa? Non credo di Aver capito 😂

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Se parliamo di curva a a sci paralleli,
L'ho vista fare una sola volta da un nazionale a Riale sul tornante prima del ponte. Ero rimasto a bocca aperta.
Fkt chiedeva della frenata, decisamente più semplice.
Comincia a prendere pratica sulle blu di discesa, con gli sci da fondo.
Ti metti con gli sci di traverso rispetto alla pendenza, come quando sei fermo, busto a valle fai "slittare" gli sci a valle (derapata) fino a quando hai preso confidenza.
Intanto trovo le parole per il resto....

Gianfranco.

Solo nel vocabolario, successo viene prima di sudore! V.Sassoon
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>



Scritto Da - Fkt on 27/02/2016 00:13:33

Paolo
Messaggi: 364
Iscritto il: 4 nov 2005, 16:06

Messaggioda Paolo » 27 feb 2016, 9:12

pur essendo un discesista/fondista, con gli sci stretti rallento prima con lo spazzaneve e solo nell 'ultima fase freno derapando, bisogna sempre ricordare che gli sci da fondo non hanno le lamine! <img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima." Julius Kugy

Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 27 feb 2016, 16:01

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
e visto che si parla di discesa, oggi è l'anniversario della morte di Leonardo David, un ragazzo che secondo molti sarebbe diventato il nuovo Thoeni.
Ricordo che rimasi colpito prima dalla sua sciata innovativa e poi ancora + colpito dal suo incidente, il coma e la morte 6 anni dopo.
Poco da aggiungere, Gressoney, non è solo De Fabiani o Arianna Follis, ma anche I Leonardo David e i Leonardo Follis che ci hanno lasciati troppo presto.


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Leprebianca
Messaggi: 382
Iscritto il: 9 gen 2007, 20:03

Messaggioda Leprebianca » 27 feb 2016, 16:04

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
pur essendo un discesista/fondista, con gli sci stretti rallento prima con lo spazzaneve e solo nell 'ultima fase freno derapando, bisogna sempre ricordare che gli sci da fondo non hanno le lamine! <img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima." Julius Kugy
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Faccio anche io così, lo trovo più un vezzo che una reale utilità. Solo una volta mi è servito veramente, quando mi cadde una persona davanti in una discesa, secondo me ci si ferma prima e più efficacemente che solo con lo spazzaneve. Sicuramente da una bella completezza ad un panorama tecnico ampio come è quello dello sci di fondo. Dico solo che mi riesce meglio con l'attrezzatura da skating rispetto a quella da classico.

Paolo
Messaggi: 364
Iscritto il: 4 nov 2005, 16:06

Messaggioda Paolo » 27 feb 2016, 19:58

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
e visto che si parla di discesa, oggi è l'anniversario della morte di Leonardo David, un ragazzo che secondo molti sarebbe diventato il nuovo Thoeni.
Ricordo che rimasi colpito prima dalla sua sciata innovativa e poi ancora + colpito dal suo incidente, il coma e la morte 6 anni dopo.
Poco da aggiungere, Gressoney, non è solo De Fabiani o Arianna Follis, ma anche I Leonardo David e i Leonardo Follis che ci hanno lasciati troppo presto.


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote> me lo ricordo bene, Leonardo David, grande talento ed enorme sfortuna

"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima." Julius Kugy


Torna a “Allenamento: metodi, consigli ed esperienze varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti