Resoconto gara e giornata SNC 2015


snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 15 feb 2015, 14:11

Resoconto in chiave demenziale del solito snevolo.

Sveglia ore 7... sistemazione bimbi per la scuola, sguardo alla webcam del centro fondo e doccia con shampoo “anticaduta”, perché non si sa mai… e tutto serve per tutelare la mia fragile spalla.
Vestizione, preparazione sci con stick di tenuta e 2 loccate sul forum.

Sono pronto per partire.
Bacio alla moglie che invece di ricambiare con: "Mio eroe!", mi snocciola tutte le frasi in maiuscolo citate in: “Come vincere una Granfondo se non si è single" nella discussione "Le donne il fondo".

Mattila è nel suo chiosco del cronometrista con licenza di vendita cappellini, anziché hot-dog ed estathè.

Albyerto è nel chiosco "scommesse clandestine", facilmente riconoscibile dal sigaro in bocca e dalle banconote che sbucano dalle tasche dell'orribile giacca a quadri, come nell'iconografia classica dei film americani.
Alcuni concorrenti sono in malattia come i vigili di Roma, per falsare i risultati, ricambiati dal sorriso di Albyerto con i denti d'oro (sempre per via dell'iconografia).

Tutti impegnati a paraffinare attorno al guru oldani75 ed emicer, estasiati dal loro giocattolo.
Approfittando di una loro distrazione, le donne passano del rossetto sul rullo di lana, perché un filo di rossetto sulla suoletta degli sci, non guasta mai.
Non servono ad un cavolo per la scorrevolezza, ma si sa che l'apparenza ci guadagna… e una femmina è sempre femmina.
Io ci passo un po' di ritardante, perché la velocità non è tutto, ed è meglio che non mi faccia male.

In gara marcotto è giovane e belloccio... il volto nuovo per svecchiare l'immagine del fondo,
ed avrebbe vinto anche se si fosse fermato a fare i selfie con le fans, perché ormai gli autografi non le vuole nessuno.
Per chi non sapesse chi è marcotto... è l'attore che ha fatto "Una notte al museo" ed hanno usato in alcune scene Ben Stiller come controfigura, perché assomigliava molto a marcotto.
La gara in notturna era proprio da "Una notte al museo" con io, stokkeloppet e mattila a fare da brontosauri, ma senza scheletro… solo con la ciccia.
La prossima volta posso competere solo nella gara "Vecchie glorie".

La cena avrebbe dovuto iniziare con un minuto di raccoglimento per "piangere" l'assenza di rosqua,
seguito da un altro minuto per “festeggiare” l'assenza di pletta e run65 che ci avrebbero tolto l'illusione di essere il sesso forte, come se già non bastasse sciolina.
Essendo ormai carnevale, pedroterzo vestito come un altro toscano, vorrebbe lanciare in aria banconote da 80 euro al posto dei coriandoli,
ma siccome hanno già cominciato a servire gli antipasti, non se lo fila nessuno.
La serata scorre via tra "pane e circensis" fino all'ora di andarsene nel solito viaggio "orribilis".
In autostrada mi è parso di veder sciolina che mi ha sorpassato col go-kart!
Ormai sono suonato.

Prima di casa, ci sono le solite prostitute sulla rotonda… … S.Valentino non è uguale per tutte.


Finale serioso, come se la riga precedente non bastasse:

Se avessi azzardato una klister, credo che in salita sarei andato meglio, la stick 0 +2 con nevicata umida non teneva nulla.
Avevamo tutti la stessa sciolina, quindi non mi sono preoccupato più di tanto… saremmo andati bene o male tutti alla stessa maniera… e così è stato.
Marcotto ci ha doppiato tutti e non c’è altro da dire.
Se non passa al pattinato non vincerò più… così è la vita e va bene lo stesso.
Sciolina con i suoi squamati l’ha suonata agli altri.
Con una scelta diversa, più azzeccata per la tenuta, forse… e ripeto forse, avrei tenuto dietro la donzella, ma fa parte della gara e va accettato.

Scritto Da - snevolo il 15/02/2015alle ore 13:08:03
********
Comunque la prossima volta la organizziamo a Dubai...
così, tanto per vedere se pedroterzo riesce a far nevicare anche la. <img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 15 feb 2015, 19:36

Un ringraziamento anche ad albyerto che a differenza delle mie stupidate di cui sopra,
ci ha messo la bottiglia per il premio dei pronostici.

Marcotto
Messaggi: 459
Iscritto il: 3 feb 2012, 10:30

Messaggioda Marcotto » 15 feb 2015, 23:17

...eccomi qua...ecco il resoconto della mia snc 2015, lo scrivo così come viene, senza rileggerlo e senza cancellare niente perché voglio che sia così come esce...sarà lungo, scusate, ma la mia snc 2015 è durata un anno.
La mia snc 2015 comincia alla snc 2014: giornata favolosa ed indimenticabile dove ho conosciuto persone speciali...sono partito senza sci e mi sono ritrovato in mezzo a sconosciuti che mi hanno accolto come un vecchio amico...il risultato è stato un secondo posto ad un minuto e 53 secondi dal vincitore del classico: Homer. Non mi importava niente della classifica, volevo solo divertirmi. Ma nella mia vita non ho mai vinto niente di importante ed essere arrivato così "vicino", già dopo qualche giorno, mi rodeva...il lunedì successivo ero già in palestra a tirare carrucole simulando la scivolata spinta. Il primo piccolo grande traguardo è stato completare l'attraversata dell'Engadina: 60km in tecnica classica per un ragazzo che aveva iniziato a sciare il novembre precedente era un azzardo. Pedroterzo, e non solo, mi dava per sconfitto...l'unico che non ha mai avuto dubbi sulla mia riuscita è stato il mio Maestro Fabio, colui che mi ha fatto muovere i primi passi sulla neve. Sapevo che la mia velocità era 10km/h...il pullman ripartiva alle 15.30...lo start era alle 9 dal Maloja. Sono arrivato alle 15.20 senza sapere nemmeno come mi chiamassi, crollato in un sonno profondo, mi sono risvegliato a Chiavenna con l'organizzatore della gita che mi faceva i suoi complimenti al microfono ed il pullman che mi applaudiva...quella sera sono andato a dormire soddisfatto dicendo arrivederci alla neve.
Mesi di ciclismo, mesi di carrucole facendo quello che io chiamavo "un esercizio di dominazione, per dominare l'snc"...su e giù, su e giù, sempre più ripetizioni, sempre più serie, sempre più pesi...Homer, Homer, Homer...ogni trazione era un secondo di meno.
Passa l'estate, arriva 'autunno...vivo sulle webcam aspettando la neve...9 novembre, apre la pista di Riale. Alle 9 sono su. Due ore di lezione con la Maestra Luana: istruttrice fantastica alla quale è bastato il mio sguardo per capire cosa cercavo dalle lezioni, in poche parole non riesco ad esprimere il profondo rapporto che si è instaurato. E così passava il tempo: in settimana tre giorni di carrucole, bicicletta e tapis roulant con gli elastici per simulare la spinta di braccia, la domenica lezioni di sci a Riale. Arriva il ponte dell'immacolata: si va a Livigno per 4 giorni: 2 ore di lezione con il Maestro Federico, giovane ragazzo con tanta voglia di far crescere la scuola fondo di Livigno. Ogni giorno due ore di lezioni e due ore da solo, alternando esercizi di tecnica a lavori specifici...allenandomi in incognito perché sia a Riale che a Livigno...c'era il campione in carica...c'era Homer. Il 14 si corre la Sgambeda Classic, prova discreta, sono contento di aver distaccato Elena di 10 minuti, alla snc 2014 c'ero riuscito solo di pochi secondi. Ma un conto è una gara di 48 minuti, un altro è una di oltre due ore dove le mie caratteristiche di resistenza emergono. Potenza lattacida, sopportazione della soglia...sono queste le caratteristiche che mi mancano. Ma io sono un ciclista ed in inverno devo riposare! Questa battaglia, il cuore diviso in due tra sci e ruote strette...le esigenze dell'una contro le esigenze dell'altra. Vacanze di Natale, ancora lezioni e sciate individuali, con ogni condizione metereologica: vento, freddo, neve: quando fuori è l'inferno, io devo allenarmi perché il mio diretto avversario sarà a casa...ed io così avrò un allenamento più di lui! ...ma sono un paracarro, non so fare le curve, non ho agilità, so solo spingere...e pure male. Purtroppo per impegni ciclistici sono costretto a saltare la sna, ma c'è la prima prova del criterium della Brianza: parto per prendermi una cotta. Ho bisogno di fare uno di quei fuori giri che in allenamento non riuscirei mai a fare. Ho bisogno di produrre acido lattico perché il mio corpo deve imparare a nutrirsene...parto a tutta, a due terzi esplodo, detonato, morto...magnifico! Era quello che volevo, era quello che da solo non sarei mai riuscito a fare...era quello che mi serviva...43 minuti a 178 bpm medi, discese comprese...la mia soglia è 174.
Trovo Skiatore, grande ragazzo...grandissimo Maestro, ci ripromettiamo di vederci per qualche lezione. La domenica successiva sono con lui: 4 ore di esercizi, alla fine, come lui voleva, il mio commento è "ma come scio male!". La domenica successiva replico, ma ho il morale sotto le scarpe perché mi sento bloccato e gli sci non tengono, ma non so come e lui mi risolleva, giornata strana.
La snc 2015 si avvicina e con essa sale la tensione. Le emozioni aumentano, spesso contrastanti, alcuni momenti penso di riuscire a fare bene, altri penso che non riuscirò a vincere. Vorrei fare due serali, ma per lavoro o per neve, mi saltano. Homer vuole fare pattinato, mi crolla il mondo addosso! Per qualche giorno non sento più quel fuoco sacro che mi spingeva...la mia paura va su Snevolo...un titolo in carica, grande tecnica, grande conoscitore delle scioline...grande incognita...
Mi sento impreparato, continuo da mesi a tirare di carrucole, ma mi manca tecnica, non so caricare, non so curvare. Seconda prova del criterium, mi amministro, vado meglio, i distacchi si riducono...ottavo di categoria, neanche lo sapevo...ero alla premiazione per mangiare le caramelle della figlia di un mio amico che aveva fatto secondo...mercoledì riesco a ritagliarmi mezza giornata e volo a Santa per fare due ore di rifinitura...la snc è sempre più vicina, solo tre giorni. Giovedì non dormo niente, continuo a pensare alla gara...forse meglio così almeno venerdì riuscirò a chiudere occhio...in un attimo è sabato. Tutto pronto, il mio peso è 66,7kg...mai stato così magro. Sono giorni che mangio da tabella ed oggi si carica il glicogeno. Alle 13 parto, playlist studiata a puntino, musica che da la carica...in meno di due ore sono a Santa. Tempo pessimo, condizioni proibitive. Persa la speranza di battagliare con Homer, rimane la grande incognita Snevolo. Purtroppo non riesco a fare il giro amichevole perché impazziamo a cercare la soluzione alchemica per far tenere gli sci...ma la sciolina oggi è inutile, non c'è modo di farli tenere, siamo tutti ad armi pari, saranno braccia e saltelli a decretare il vincitore...sarà la nostra determinazione! Non riesco a scaldarmi come vorrei, manca pochissimo, sono nello spogliatoio che mi sto cambiando...è lo specchio a farmi capire che ho tutto quello che serve per fare bene. Guardo il mio corpo trasformato da un anno di carrucole...e guardo gli occhi di chi sa quanta fatica, quanti sforzi, quante sveglie all'alba, quanti allenamenti alle 5:30 del mattino, quanti sacrifici, quante rinunce incomprese dagli amici ha dovuto fare. Arrivo tardi, ma per fortuna mi aspettano, i guanti non entrano...è il ponte il mio ostacolo...devo partire a tutta, arrivare tra i primi, prendere quel piccolo margine che mi deve consentire di fare salita e discesa con tranquillità per badare alla tecnica, non scivolare e non cadere, come l'anno scorso...poi se qualcuno ne avrà più di me, pazienza, sarà per il 2016.
Ho Hurty davanti, gli urlo qualcosa, adrenalina a mille, rabbia!...è lo sparo...a tutta, a tutta fino al ponte. Ci sono, il cuore batte così forte che sembra uscirmi dalla carcassa, sapore di sangue...salita, discesa...sono ancora in piedi. Non mi giro, spingo, so che gli sci non tengono, braccia, braccia!!! Salita: mi butto con tutto il peso sui bastoncini finchè riesco, finchè gli addominali non mi bruciano così tanto da sembrare fuoco, finché il cuore non è al limite. Esco dai binari...su in cima saltellando a spina e giù, neve lenta, meno male, discesa nei binari senza cadere e via...così per 5 giri incitando tutti senza voltarmi, scambiando due battute con chiunque incontrassi...perché la snc è una festa, anche se per me, ora, è la guerra! Penultimo giro...non sento la campana...la volevo, la speravo, come al velodromo di Roubaix...ancora un giro...ed è traguardo! Urlo, cado, non ce la faccio più, forse sono sui binari ma sono finito, non riesco a muovermi. Dopo un po' mi rialzo, barcollante, vista un po' annebbiata. Saluto Skiatore, lo ringrazio di tutto. Mi fermo negli spogliatoi a respirare, ritorno al mondo, ritorno a capire cosa succede, con solo una lente a contatto, l'altra mi è caduta dopo il traguardo.
Finalmente è cena, finalmente è tutto finito, ora posso rilassarmi, ora posso godermi la serata con gli amici.
Lo skating è stato vinto da Oldani. Sono contento per lui, davvero! Non me ne voglia Albyerto, grandissimo atleta, ma in quest'anno pazzo, così avaro di neve, che ha rimescolato le carte e stravolto gli equilibri, so quanto Olda ci tenesse dopo due secondi posti e lo applaudo di cuore!
Lo so che se alcuni pattinatori avessero fatto classico me le avrebbero suonate di santa ragione, lo so che in proporzione Sciolina è stata più brava di me ed a lei vanno tutti i miei applausi...ma ce l'ho fatta!
La soddisfazione più grande è la torta al b&b che ricordo fantastica dall'anno prima e che non ha tradito le mie aspettative!
La coppa è bellissima, la dedico a tutte le persone che mi sono state vicine, mi hanno insegnato a sciare, perché sono ancora un principiante, e mi hanno aiutato a tagliare questo traguardo piccolo...ma che per me è grandissimo...ora vorrei che lo sci tornasse uno svago, un modo per staccare da quel grande impegno agonistico e primo amore che è la bici. Vorrei che tornasse ad essere uno sport alternativo per riposare la mente, un modo di viaggiare in un paesaggio incantato. Lo dico davvero, per la snc 2016, ci penserò. La snc 2015 è stata unica...ma ha condizionato un anno, anche se ne è valsa la pena...senza sacrificio l'uomo non può ottenere nulla. Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore...per una volta è stato davvero così! Grazie a tutti, anche a coloro che non ho nominato, ma che comunque mi sono stati vicino in quest'anno comprendendo, rispettando o almeno sopportando il mio impegno e la mia determinazione. Questa piccola grande coppa, è anche o forse soprattutto vostra...e grazie a chi si è ricordato quanto questo 14 febbraio 2015 era importante per me...grazie di cuore <img src=faccine/98.gif border=0 align=middle>

Un simpatico ciaociao da Marcotto

Scritto Da - Marcotto on 16/02/2015 16:56:19

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 16 feb 2015, 0:04

<img src=faccine/97.gif border=0 align=middle> Stendo un tappeto rosso.
Capisco perchè hai vinto... era inevitabile.
Che la stessa tenacia ti accompagni per le battaglie della vita. <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Messaggioda mattila76 » 16 feb 2015, 1:02

Marcotto è un uomo con due ammenicoli cubici.

oldani75
Messaggi: 568
Iscritto il: 14 nov 2007, 11:35

Messaggioda oldani75 » 16 feb 2015, 10:21

Grazie Marcotto per la citazione, ed è vero, ci tenevo assai. Tanto da metter da parte qualche granfondo in classico dopo la marcialonga per ri-allenarmi in skating.
Credo che tanti abbiano vissuto la tua stessa storia, arrivando magari da altri sport. Anch'io ne rivedo i passaggi, vissuti per le precedenti Marcialonghe, sempre con quell'"amico" da battere, o quel traguardo da raggiungere. In termini ciclistici però adesso hai scollinato, e tutto il lavoro fatto ti tornerà utile per le prossime SNC. non avrai bisogno di lavori specifici per rimettere gli sci. Non ci si dimentica come si scia ... Io nel mio piccolo ti rilancio due sfide ... Una soddisfazione me la son tolta, di vincere la SNC in skating, ma c'è la voglia di vincerla in classico (e qui so che potrei avere avversari più forti di me ...). E l'altra sfida impossibile? sfidare Marcotto in bici !!!

Olda75

mattila76
Messaggi: 2455
Iscritto il: 15 gen 2007, 0:24

Messaggioda mattila76 » 16 feb 2015, 10:47

Quanto detto per Marcotto vale ovviamente anche per Oldani ... e per molti altri fra tutti voi che vivono in vario modo lo sport.
Io personalmente ho un approccio più ludico allo sport, ma gradisco la competizione e quindi apprezzo i vostri enormi sforzi per eccellere, sebbene io non abbia l'intenzione di fare lo stesso.

In conclusione, bravi tutti!!!!!

P.S.: Mi sembra evidente che Oldani abbia lanciato una chiara sfida: il prossimo anno i migliori alteristi dovranno decidere se accettare la sfida o meno.

cactaceo
Messaggi: 2075
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 16 feb 2015, 11:08

Complimenti Marcotto, una grande determinazione che ti ha permesso di raggiungere l'obiettivo. Sono contento anche xchè questo rivaluta la mia Sgambeda in Classico visto che ti ho battuto. Come ha detto Oldani hai messo tanbto fieno in cascina e quello che hai imparato ti tornerà buono in futuro. Certo x avere i risultati ci vuole anche l'allenamento ma Tu sei un "Randagio", e so che x fare certe manifestazioni bisogna avere allenamento oltre che palle, quindi x le prossime edizioni un avversario in +.
X quanto riguarda il Classico, se nella prox SNC i + forti la faranno in Alternato mi adeguerò, anche se preferisco pattinare.
Poi ci sarebbe il rischio di essere passato da qualche Classicista, meglio non rischiare!!!!
Poi Io a differenza di altri, quando c'è aria di sfida mi butto nella mischia, anche se poi perdo spesso.
Ceszij dice che sono un gladiatore, meno male che alla fine di tutte le mie sfide l'imperatore ha mostrato il pollice verso l'alto !!!!!!!

skiatore
Messaggi: 161
Iscritto il: 21 ott 2009, 18:15

Messaggioda skiatore » 16 feb 2015, 11:30

Complimenti a tutti i partecipanti, a chi ha vinto e a chi non c è riuscito,e complimenti a chi mette tanto impegno per organizzare il tutto... Bella gara nonostante le condizioni meteo... e bella continuazione di serata con le premiazioni e la cena.. (e vi ringrazia e saluta anche la mia palla al piede che fino a pochi mesi fa nemmeno sapeva cosa fosse il fondo e tanto meno ne voleva sentir parlare <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>) Grazie Marcotto dei complimenti (esagerati)... te la sei proprio guadagnata questa Vittoria, ma ricorda che quando uno ha dentro la rogna agonistica mica può pensare di rinunciare alla competizione (oltretutto che adesso ti hanno sfidato...)... Te lo dice uno che era già in ebollizione l'altra sera a guardare gli altri correre e chissà mai il prossimo anno con tanti alternisti cosi ....<img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/5.gif border=0 align=middle>... Saluti a tutti ragazze e ragazzi

oldani75
Messaggi: 568
Iscritto il: 14 nov 2007, 11:35

Messaggioda oldani75 » 16 feb 2015, 11:33

Io l'ho buttata lì. Chi è più forte in skating, è giusto che continui in skating, specie se ambisce al podio e ne è rimasto fuori ...
Vegeta e Max per esempio sono più forti in classico. anche la new Entry EMicer è un'alternista. Albyerto poteva aver messo in conto di finirmi dietro, ma di certo non pensava di finir dietro ad un grande Zio Ferny (la vera grande sorpresa di giornata). E Zio Ferny ha anche assaporato il profumo della vittoria nel secondo giro (oltre ad aver fatto il giro più veloce !!!). E' giusto che lo stile "della battaglia" vera rimanga lo skating, o quello scelto da ognuno. Anche se io una bella proposta per l'anno prossimo potrei averla ... Ma la lancerò in apposita sezione.

Olda75

cactaceo
Messaggi: 2075
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 16 feb 2015, 11:50

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Io l'ho buttata lì. Chi è più forte in skating, è giusto che continui in skating, specie se ambisce al podio e ne è rimasto fuori ...
Vegeta e Max per esempio sono più forti in classico. anche la new Entry EMicer è un'alternista. Albyerto poteva aver messo in conto di finirmi dietro, ma di certo non pensava di finir dietro ad un grande Zio Ferny (la vera grande sorpresa di giornata). E Zio Ferny ha anche assaporato il profumo della vittoria nel secondo giro (oltre ad aver fatto il giro più veloce !!!). E' giusto che lo stile "della battaglia" vera rimanga lo skating, o quello scelto da ognuno. Anche se io una bella proposta per l'anno prossimo potrei averla ... Ma la lancerò in apposita sezione.

Olda75
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>


Qui ci scappa la Gundersen, anzi la Skiathlon !!!!

Vegeta
Messaggi: 649
Iscritto il: 8 set 2011, 21:45

Messaggioda Vegeta » 16 feb 2015, 12:21

skiathlon?

Sarebbe interessantissima da fare.
Pensateci...non c'è possibilità di farne una tra le varie GF o garette...

Se poi ce la giochiamo in classico...volentieri

Ormai sono l'eterno "appena fuori dal podio"
che dire...quest'anno si scia meglio ma ci si allena meno...è dalla Sgambeda che vivo di "rendita", ma sono sempre li...mi manca quella manciata di secondi.

Complimenti A Olda cha ha vinto, ma soprattutto a Zioferny che mi ha restituito (e con gli interessi) lo smacco dell'anno scorso con una prestazione super...

SEI UN GRANDE...con tartufo o senza

Mi consolo almeno con l'uscita in testa dai blocchi di partenza...il mio momento di gloria.
Io credo che è sempre meglio essere che apparire, ma se non SEI (e lo sai di non essere) almeno APPARI!!!

A Marcotto faccio i miei complimenti per la tenacia, ma ti dico:
L'allenamento a testa bassa fa tanto, anzi, tantissimo, ma il lavoro sulla tecnica può darti grosse soddisfazioni, e poi scia, magari con qualcuno più navigato da cui puoi "rubare" consigli e tecnica, ma soprattutto scia, traendo piacere dalla sciata stessa.
E poi a questo punto la sfida in classico è lanciata, non vorrai certo tirarti indietro...

Grazie a tutti della splendida serata...
Mi dico sempre: ma chi me lo fa fare di farmi 7 (e più) ore di macchina per 10km sugli sci, ma poi ogni volta ci si ricasca.





Scritto Da - vegeta on 16/02/2015 11:22:35

Scritto Da - vegeta on 16/02/2015 11:22:50

Itza
Messaggi: 241
Iscritto il: 3 gen 2013, 16:13

Messaggioda Itza » 16 feb 2015, 12:43

No, Mattila, quella che ha un atteggiamento ludico sono io, mica tu, altrimenti a me che rimane? <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

Comunque anche io ho avuto un rivale: Pata negra. Sono stata incollata tutto il tempo alla coda dei suoi sci, aspettando il momento buono di sorpassarlo con tanto di sorrisone e dopo aver scavalcato il ponte indenne, mi sono detta "dai, dai che ce la fai!" Ma ahimè... quel maledetto ponte (io avevo chiesto di spianarlo) al ritorno mi ha fregata e sono caduta. In salita, non in discesa come potreste pensare. Insomma ero lì spiaccicata sulla neve, a braccia aperte e con gli artigli conficcati nella neve per non scivolare, subito dietro di me c'era Valeria che, povera, ho rallentato con la mia caduta. Una volta passata lei mi sono guardata indietro... per fortuna non arrivava nessuno... allora mi sono fatta scivolare indietro a pancia in giù, sì, sì, proprio stile willy il coyote, arrivata in piano mi sono rialzata, ho riaffrontato quella maledetta salita e poi la discesa e poi ho cercato il mio avversario ma pata negra era ormai un puntino lontano.
Scoraggiata mi sono detta "azz.. non ce la farò mai, ho perso troppo tempo!"
Allora mi sono ricordata le parole del sommo capo che disse: "la coppa strusciapattine va a chi va più piano e chi fa meno giri"
E qui ho giocato d'astuzia, ok, finisco qui la gara, almeno un premio me lo becco <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

Comunque adesso anch'io ho il mio avversario da battere: pata negra ci vediamo alla prossima e sarò più agguerrita che mai <img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>



<img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>

Scritto Da - Itza on 16/02/2015 11:48:14

gundesvan
Messaggi: 247
Iscritto il: 14 mar 2008, 19:54

Messaggioda gundesvan » 16 feb 2015, 12:57

Complimenti a tutti! Ma siete troppo tecnici esasperati per me. Soglia lattacida? Battiti? Mi dispiace, ma penso che non avremo nessuna possibilità di fare non dico una gara, ma neppure una sciata turistica assieme. Peccato

Itza
Messaggi: 241
Iscritto il: 3 gen 2013, 16:13

Messaggioda Itza » 16 feb 2015, 13:51

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Comunque la prossima volta la organizziamo a Dubai...
così, tanto per vedere se pedroterzo riesce a far nevicare anche la. <img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Ho saputo che a Dubai esiste una pista da discesa, all'interno di un centro commerciale, con neve vera. <img src=faccine/97.gif border=0 align=middle>
Secondo me Pedro avrebbe tutte le carte in regola per convincere gli sceicchi regnanti di Dubai a creare una pista da fondo per la SNC <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle><img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>



Scritto Da - Itza on 16/02/2015 12:58:25

davide1967
Messaggi: 551
Iscritto il: 4 apr 2006, 13:49

Messaggioda davide1967 » 16 feb 2015, 17:10

Complimenti a tutti, ma quanto agonismo!!Non pensavo ci fossero tutte queste rivalità tanto da meditare un riscatto per mesi, certo porsi un obbiettivo è importante per poi essere costanti nella pratica di una determinata attività (Marcotto insegna), non dimenticate mai però che la Snc deve essere soprattutto una scusa per ritrovarsi tra amici ed appassionati dello stesso sport.

Elena
Messaggi: 6
Iscritto il: 16 feb 2015, 17:14

Messaggioda Elena » 16 feb 2015, 17:29

Mi sono appena iscritta al forum ha visto che alcuni di voi li ho incontrati sulle pisce da sci, il mio primo messaggio è per Marcotto:
Grande Marcotto! Io sono quella che ti è arrivata dietro di poco alla SNC 2014 e sempre quella che hai stracciato alla grande alla Sgambeda.....ma adesso che sei il campione in carica della SNC2015 non pensare di cavartela così!!!!! E vedi di iniziare già la preparazione per la SNC2016 <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>



Scritto Da - Elena on 16/02/2015 18:07:45

Marcotto
Messaggi: 459
Iscritto il: 3 feb 2012, 10:30

Messaggioda Marcotto » 16 feb 2015, 18:06

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Mi sono appena iscritta al forum ha visto che alcuni di voi li ho incontrati sulle pisce da sci, il mio primo messaggio è per Marcotto:
Grande Marcotto! Io sono quella che ti è arrivata dietro di poco alla SNC 2014 e sempre quella che hai stracciato alla grande alla Sgambeda.....ma adesso che sei il campione in carica della SNC2015 non pensare di cavartela così!!!!! E vedi di iniziare già la preparazione per la SNC2016 <img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

Elena Baroni
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

Ciao...avevo sbagliato il tuo nome nel resoconto, sorry! Mi è dispiaciuto non vederti alla snc 2015.
Grazie a tutti per i complimenti! <img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>

La cosa che mi fa più piacere è che la snc classic sembra essersi scrollata di dosso l'etichetta di gara di second'ordine. Mi è sempre parso che la snc vera e propria fosse quella in skating e quella in classico fosse riservata ai principianti ed agli scarsi. Mi fa piacere che alcuni pattinatori vogliano cimentarsi nell'alternato anche se lo scoglio maggiore secondo me é la presenza di un solo binario.

Sarebbe bella anche una staffetta a coppie: 10km in pattinato e 10km in classico...ma abbiamo tempo per parlarne, questa è la discussione dei resoconti.

...e comunque in ogni caso la snc è la festa del forum, la gara è solo una scusa per ritrovarsi insieme

Un simpatico ciaociao da Marcotto

Scritto Da - Marcotto on 16/02/2015 17:08:30

pedroterzo
Messaggi: 3516
Iscritto il: 14 nov 2007, 15:27

Messaggioda pedroterzo » 16 feb 2015, 20:07

Lettera a Marcotto, su Marcotto, su Gundesvan e sulla SNC....


Caro Marcotto,

ammetto che mi hai stupito, e di brutto anche.

Ho trovato il tuo racconto così ricco di spunti di riflessione - anche e sopratutto sul piano emotivo e psicologico - che non mi è possibile non dedicarti una risposta, tutta per te.

Confesso che la prima cosa che mi è venuta in mente, dopo averti letto, è stata "ma quanti anni ha di preciso Marcotto?"
Sono andato sul tuo profilo: "28 anni, esattamente la metà dei miei... potrebbe essere mio figlio e non solo dal punto di vista biologico, ma anche da quello generazionale".

Dico questo, non tanto per rivendicare una qualche "autorevolezza" legata all'anzianità, quanto per evitare di interpretare le cose che hai scritto solo con gli occhi di un 56enne.
E' sempre importante chiedersi: ma io come ragionavo allora? E questo lo possono fare soltanto i più vecchi!!

Ma cominciamo dall'inizio...

La prima frase che mi ha davvero colpito è stata:
<i>"Mesi di ciclismo, mesi di carrucole facendo quello che io chiamavo "un esercizio di dominazione, per dominare l'snc"...su e giù, su e giù, sempre più ripetizioni, sempre più serie, sempre più pesi"</i>

Sobbalzo e mi dico: "Oddio... ma è solo la SNC!" Si insomma: una gara fra amici, una scusa per stare insieme. Si può investire così tanto su un obbiettivo come questo???

Ora qualcuno potrebbe obbiettare che gli obbiettivi individuali sono per l'appunto "individuali" e, come i gusti, non si possono discutere.
I fini (a differenza dei mezzi) non possono neppure onesti o disonesti: possono solo essere leciti o illeciti. E se sono leciti, come voler vincere la SNC, devono essere considerati anche onesti e rispettabili.

Vero... Anzi: quasi vero!
Se - per assurdo - io decidessi che il mio fine è catturare quante più mosche possibile e riuscissi a mettere insieme, che so, un milione di mosche in un anno, sono convinto che nessuno applaudirebbe alla mia tenacia!
Immagino che tutti valuterebbero lo sforzo compiuto sproporzionato rispetto all'utilità del risultato..

Non fraintendermi: ho fatto un esempio estremo e non penso affatto che tu abbia rincorso mosche per un anno.
Innanzitutto hai imparato a sciare bene e questo non è affatto un fine secondario!
Poi sei entrato in un bel giro di amici e di relazioni per te interessanti (forum e extra forum, da quel che ci hai fatto capire) e questo è - se possibile - ancora più importante.
Consentimi però di sperare (ragionando un po' da 56enne... ma che ci posso fare? ho 56 anni...) che la SNC sia stata solo un mezzo, UN pretesto, per arrivare a tutto questo.... non il fine!

Altrimenti qualcosa l'ho sbagliato io, quando ho inventato questa gara...

Altrimenti ha ragione Gundesvan quando scrive:
<i>"Complimenti a tutti! Ma siete troppo tecnici esasperati per me. Soglia lattacida? Battiti? Mi dispiace, ma penso che non avremo nessuna possibilità di fare non dico una gara, ma neppure una sciata turistica assieme."</i>

Ecco questo è ciò che mai vorrei accadesse: che una persona, anche una sola si senta esclusa perchè non abbastanza brava.
Esclusa non solo dalla gara, che è il meno, ma anche dalla possibilità di arricchire il proprio bagaglio di rapporti umani, che conta molto ma molto di più.

Sto divagando: se Gundesvan pensa questo non è certo colpa tua Marcotto. Nel caso è mia, che non ho ben trasmesso lo spirito della SNC... ma questa è un'altra storia.

Però quello che non riesco proprio ad accettare - e che un po' traspare dal tuo pensiero - è la moderna cultura del risultato ad ogni costo:

<i>"La snc 2015 è stata unica...ma ha condizionato un anno, anche se ne è valsa la pena...senza sacrificio l'uomo non può ottenere nulla".</i>

Cultura che spesso ci porta a non valutare la rilevanza dei fini, degli obbiettivi che perseguiamo. I quali a loro volta non sono tutti uguali e non hanno tutti lo stesso valore.. Penso...

Cultura che spesso ci mette di fronte due sole (per me false) alternative: vincere o non gareggiare nemmeno.

Son quasi sicuro che qualche partecipante degli anni scorsi non è più venuto per timore di fare una brutta figura...
Onestamente e se così fosse: ma che senso ha?
In tal caso io e Mattila dovremmo essere due masochisti, visto che continuiamo a impegnarci a organizzare una gara in cui veniamo continuamente bastonati...

Ho trovato molto bello il passaggio in cui dici:

<i>"Vorrei che tornasse ad essere uno sport alternativo per riposare la mente, un modo di viaggiare in un paesaggio incantato. Lo dico davvero, per la snc 2016, ci penserò."</i>

Però io mi auguro per te una cosa diversa, una via di mezzo fra questi due estremi: e cioè che tu ci sia ancora indipendentemente dalla condizione fisica in cui ti troverai, che tu possa perdere o vincere con identica passione per la competizione, ma senza dimenticare il paesaggio incantato.

E che tu sappia trasmetterci ancora le emozioni che hai provato - che saranno inevitabilmente diverse, ma l'importante è che siano sempre emozioni - così bene e con la sincerità che hai usato questa volta.

E se me lo consenti, considero quest'ultimo il tuo miglior risultato.

Ciao,

<b>Pedroterzo</b>
<i>".. in fin dei conti lo sci di fondo per me è uno sport di squadra" (mattila76)</i>

Scritto Da - pedroterzo on 16/02/2015 19:38:37

gigione
Messaggi: 1959
Iscritto il: 27 feb 2008, 22:06

Messaggioda gigione » 16 feb 2015, 21:19

come non essere d' accordo! . . . ..

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
Complimenti a tutti! Ma siete troppo tecnici esasperati per me. Soglia lattacida? Battiti? Mi dispiace, ma penso che non avremo nessuna possibilità di fare non dico una gara, ma neppure una sciata turistica assieme. Peccato


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

"meglio tacere e dare l' impressione di essere scemi che parlare e togliere ogni dubbio''..


Torna a “Ski Nordik Academy e SNC 2015”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite