PRESENTAZIONE UTENTI

Una sorta di presentazione/mini-biografia, naturalmente per chi ne ha voglia.
hurtigruten
Messaggi: 446
Iscritto il: 12 dic 2006, 16:22

Messaggioda hurtigruten » 3 mar 2010, 20:22

Fabio Urban, nato ad Arcore (MB) nel 1967, dove ho vissuto fino a 30 anni, dal 1997 abito a Trezzano Rosa (MI).
Sposato, ho un figlio di 8 anni. Diploma di Geometra, lavoro nell'Ufficio Tecnico dell'Azienda Ospedaliera di Vimercate (MB).
Autodidatta, ho esordito sugli sci stretti il 7/12/1992 a Passo S.Pellegrino e da allora 124 presenze in 54 località diverse, sparse su tutto l'arco alpino dalla Valle d'Aosta al Veneto (scusate, ma sono un po' maniaco delle cifre ...).
Pratico assiduamente il podismo da 4 anni ed ho partecipato a 3 maratone, una Monza-Resegone, varie "mezze" e sky-race.
Non ho mai partecipato ad una Granfondo, ma prima o poi so che succederà. Mi piacerebbe molto la Marciagranparadiso perchè Cogne è una delle prime località fondistiche che ho frequentato e mi è rimasta nel cuore. Dopo anni di skating ho recentemente comprato un paio di sci da classico .... vedremo ....<img src=faccine/1.gif border=0 align=middle>



Scritto Da - hurtigruten on 03/03/2010 19:25:27

Scritto Da - hurtigruten on 03/03/2010 20:19:22

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 5 mar 2010, 16:17

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>

questo lo conosci?:

http://www.fotoartearchitettura.it/seco ... fisso.html


<img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/5.gif border=0 align=middle><img src=faccine/5.gif border=0 align=middle>


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

La versione sicula mi manca, ricorda un pò la nostra "buridda"... grazie per la segnalazione <img src=faccine/5.gif border=0 align=middle>

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 5 mar 2010, 16:26

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
il mio norvegese non arriva a tanto...:o))
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
Stokke-diminutivo usato a genova per definire lo stoccafisso+loppet = maratona a base di merluzzo essicato! Altro che Marcialonga arriverei nei primi 10<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
comunque mi fa piacere che il mio paese, ed il suo locale più caratteristico, siano conosciuti anche ben oltre regione...non vorrei essere troppo curioso, ma la visita a Spilimbergo era legata a cosa? la Barcolana e qualcosa di musical-culturale ?
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>
Ho dei cari amici che vivono vicino a Sacile, e avendo sentito parlare del Bachero non ho potuto evitare di farci una capatina; la cosa divertente che ogni volta che chiedevo indicazioni per arrivarci mi dicevano: vai nella zona pedonale e poi segui il naso... In effetti è prprio così!!!

P.S.1 chiedo scusa a tutti per i reiterati OT <img src=faccine/4.gif border=0 align=middle>
P.S.2 complimenti a migly per la bella idea
<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

cactaceo
Messaggi: 2079
Iscritto il: 17 gen 2007, 18:52

Messaggioda cactaceo » 9 mar 2010, 18:05

Mi chiamo Luigi Bernasconi, nato a Bellano(Paese Natale di Polvara e della scrittore Vitali) nel 1964. Sono Perito Meccanico(mai praticato) ma ho sempre lavorato nel campo alberghiero , lavoro che mi ha portato a lavorare dei periodi lontano da casa, dal Belgio, agli Stati Uniti e Inghilterra. A meta degli anni 90 ho conosciuto mia Moglie,ricordo era la vigilia della Ski Marathon del 97, e da lì basta girovagare ma lavoro nel bar/chiosco di Famiglia. Poi Matrimonio e in 3 anni e mezzo 3 Figlie. Adesso abito a Dorio, un paesino in cima al lago di Como.La mia passione x il fondo è nata verso la fine degli anni 80, giusto x trovare uno sport complementare alla bicicletta(altra mia grande passione). così sono passato dalla discesa, dove me la cavavo abbastanza bene, al fondo. E' stato amore a prima vista, infatti dal 90 ad oggi avro fatto discesa 5/6 volte. Dal 92 ho cominciato con l'Engadin S.M. ed ora sono a quota 18.Il mio obiettivo è arrivare a 25. Spero di farcela.Oltre alla bicicletta e lo sci di Fondo amo andare in Kayak. Altri hobby non ne ho, con 3 Figlie e un bar ho poco altro tempo libero.Altro progetto è fare Marcialonga e Vasaloppet lo stesso anno, e non è detto che il prossimo sia quello giusto, anche se la mia tecnica preferita è lo skating.Non mi viene in mente altro d'importante da aggiungere, quindi un saluto a tutti.

anton
Messaggi: 87
Iscritto il: 5 dic 2007, 18:07

Messaggioda anton » 10 mar 2010, 17:54

Mi presento:
Antonio, sono nato e vivo con moglie e filgio di 6 anni ad Arzignano in prov. di Vicenza, ho 46 anni, pratico lo sci di fondo da quando ne avevo 18...
Scio quasi sempre sul ns. bellissimo Altopiano d'Asiago. fino a 4 anni fa ho partecipato a varie Granfondo, ora col bimbo (che muove i primi passi in alternato..) non ho più molto tempo per allenarmi.
Oltre al fondo pratico il ciclismo (corsa e mtb),running ed ho giocato a calcio per tanti anni. Amo in generale la montagna in tutte le sue forme e situazioni.ho una passione per la Juve e per tutti gli sport in generale (abbonato SKY da moltissimi anni).
Cosa aggiungere? Che sto scrivendo mentre fuori nevica a palla...stagione dello sci di fondo prolungata perlomeno fino a metà aprile.
Ciao

ericradis
Messaggi: 588
Iscritto il: 5 mar 2006, 21:50

Messaggioda ericradis » 10 mar 2010, 21:27

Sono Enrico Radice, classe 1969 da Mariano in provincia di Como.
Mi sono laureato in farmacia (per potermi dopare al meglio<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>) e sono impiegato in una multinazionale svizzera. Quello di cui sono veramente dipendente e ormai assuefatto da tanti anni è lo sport da fatica perchè mi fa stare bene e mi rilassa. Pratico con regolarità ciclismo, podismo e sci di fondo ma gareggio poco in tutte e tre queste discipline soprattutto per pigrizia. Mi piace comunque essere sempre in un discreto stato di forma e cerco di applicare un po' di metodo scientifico ai miei allenamenti. Scio prevalentemente a skating nelle piste dell'Engadina (che è il luogo che preferisco in assoluto), campra, splugen, s bernardino o in val d'ayas o a cogne oltre al vicino pian del tivano.
ciao a tutti!
Enrico

ceszij
Messaggi: 1564
Iscritto il: 17 gen 2009, 19:49

Messaggioda ceszij » 10 mar 2010, 22:41

Ciao, sono Cesareo e vivo a Cesano Maderno (MB), benchè sia nato a Madrid nell'autunno del 73. Sono ingegnere ambientale e libero professionista. Da luglio dell'anno scorso sono sposato alla compagna di una vita, nonchè fondista con la quale vado praticamente a sciare da anni. Amiamo i luoghi naturali sperduti ed isolati, che andiamo a scovare ogni estate grazie a google earth.
Amo la montagna alla follia e non potrei vivere lontano dalle amate alpi. In particolare stravedo per le dolomiti. Infatti ho fatto alcune alte vie da quelle parti e cerco di andarci quanto possibile.
Mi piace sia fare trekking, che andare in MTB che, ovviamente, sciare. La montagna d'inverno ha un fascino particolare, e trovarsi da soli col battito del proprio cuore tra alberi carichi di neve e cime maestose mi rende più che mai felice.
Riguardo lo sci di fondo, lo pratico da venti-ventcinque anni: feci una lezione con mio padre a Campra da ragazzo e da lì in poi non ho più mollato. E' sicuramente lo sport che mi fa sentire meglio, che mi rigenera e rivitalizza come nessun altro.
Talvolta mi piace sfrecciare sulle piste ma soprattutto adoro godermi una bella giornata in mezzo alla neve, fermandomi a fare qualche foto o ad osservare i paesaggi maestosi. Amo di più la tecnica classica poichè mi pare un movimento più armonico e sano, ma non disdegno di pattinare durante la giornata. Ho sci e scarpe "combi" che mi permettono di scegliere la tecnica secondo l'ispirazione del momento.
Abbiamo girato tantissime piste tra Italia, Svizzera, Austria, Germania e Francia; le preferite? St.Barthelemy (I), Val Pusteria(I), Passo Lavazè (I), Folgaria (I), Valbruna (Tarvisio-I), Lenzerheide (CH), Engadin (CH), Lesachtal (A), St.Johann in Tirol (A), Ramsau am Dachstein (A), Seefeld (A), Les Saisies (F)
Evviva il fondo, evviva ski-nordik!<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>

snevolo
Messaggi: 3159
Iscritto il: 23 dic 2009, 0:52

Messaggioda snevolo » 29 mar 2010, 2:23

Giorgio, classe 1968, 174 cm. x 64 Kg. che mi fa scambiare per un mingherlino, ma che mi permette di giocarmi l'effetto sorpresa. Brutto cliente un fondista!
Iniziato verso il 1985 e sempre continuato, solo qualche volta l'anno la discesa... ma cosa vuoi che sia la discesa per un fondista! Vorrei vedere uno snowboardista dopo 4 Km. di fondo!
Potrei definirmi un "Disadattato geografico", cosa ci faccio in mezzo alla pianura padana (PC)? Non sono vicino a nulla, ma almeno sono max 3 ore da tutto. Infatti non sono uno che scia sempre nello stesso posto.
L'appennino piacentino, mete di escursioni, può avere un isolamento che non ha pari nelle Alpi, con storie da film Oscar se fosse più conosciuta.
In val d'Aveto i Walser si sarebbero rifiutati di fermarsi e la val Boreca meriterebbe una tesi di laurea.
Ci sono vette da cui si vede in un colpo solo a 360° il Cimone, le Apuane, Chiavari, M.Portofino, Alpi di Cuneo, Monviso, VDA (tutte le vette tranne il Bianco) Mischabel, Eiger, Grigna, Orobie, Bernina, Adamello, Brenta, M.Baldo e Lessinia.
Qualcuno ha detto: "Ottimo per farsi spargere le ceneri". (Non toccatevi).
Da giovane ho fatto ferrate, 4000, traversate, canoa... ora solo Fondo, poi a distanza, tennis, escursioni, calcetto, pallavolo.
Specializzazione: pit-stop con cambio pannolino caccoso a -8 sulle piste da fondo.

rossignol
Messaggi: 50
Iscritto il: 21 nov 2009, 11:19

Messaggioda rossignol » 7 apr 2010, 23:48

ANDREA Classe 1967 nato a Cortina . da ragazzo fondista con le piste quasi sulla porta di casa . a trenta anni mi sono trasferito in Valbelluna tra Feltre e Belluno e la neve è un po' più lontana. per qualche anno matrimonio e nascita figlia, ho sciato meno, tante serate di sci alpinismo per mantenere il fiato, maratona in estate, venezia , treviso e la mitica maratona del cielo 42 km sky running di Corteno Golgi vicino l'Aprica. Poi un infortunio e stop con il podismo scopro 5 anni fa la bici e mi appassiono. Partecipo a 5 o 6 gran fondo a stagione e a qualche randonnee max giornaliero 337 km ( CHE RICORDO ) DA 5 anni ho ripreso bene anche il fondo, lo skating l'ho abbandonato ed ho riscoperto la magia ed il ritmo dell'alternato. SCIO AD ENEGO , CAMPOLONGO, CAMPOMULO, CORTINA, FALCADE. PASSO SAN PELLEGRINO, PUSTERIA.....QUEST'ANNO VOGLIO FARE LA COMBINATA MARCIALONGA FATTA L'INVERNALE IN 5 ORE E 26 (stesso tempo di 19 anni fa in skating !!!) punto alla CYCLING e spero di riuscire a terminare la running

gundesvan
Messaggi: 247
Iscritto il: 14 mar 2008, 19:54

Messaggioda gundesvan » 14 apr 2010, 0:37

Mi presento anche io, benchè da un pò di tempo sono piuttosto latitante sia sul forum, che, ahimè, sulle piste.
Maurizio, classe 1957, di Como, non sposato, diploma di elettrotecnico, e impiego più o meno come tale.
Poco sport da ragazzo,poi verso i 15-16 ho iniziato con bici, corsa, palestra. Sci di fondo scoperto a circa 22-23 anni, ma molto blando: ricordo che si andava in compagnia al Pian del Tivano o a Lanzo Intelvi 2 o 3 volte l' anno più per ridere che altro...Molto più seriamente dopo i 30 anni con vari corsi CAI; anche qualche granfondo negli anni '90, solo a pattinato però. Poi la (ri)scoperta della tecnica classica. Di solito sono a Campra; eccezionalmente a Splugen, Andermatt, Lenzerheide, Engadina...Il Nord Italia, da un punto di vista sciistico l' ho frequentato poco poco; diverse volte invece nel Tirolo Austriaco (Seefeld). Purtroppo negli ultimi anni ho mollato molto: tre anni fa un intervento chirurgico; l' anno scorso un infortunio sul lavoro; quest' anno grossi problemi alla schiena...Sperare meglio per il futuro certo non costa nulla, ma realisticamente non so come sarà. Oltre al fondo altre passioni sportive per le camminate in montagna, e sopratutto, la bici da strada, vacanze "on the road" comprese. (A proposito, domanda per Campra33: ma i viaggi che hai organizzato e fatto, si intendono abbinati alla bici?).
Tra gli altri hobby, per esempio, mi piace studiare le lingue: a parte l' inglese, ho studiato il tedesco e adesso mi sto dedicando al russo...e poi la "disperazione" del computer con annessi e connessi, di cui a dire il vero continuo a non capirci nulla!

riax
Messaggi: 930
Iscritto il: 10 nov 2009, 17:55

Messaggioda riax » 9 nov 2010, 12:06

<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
<BLOCKQUOTE id=quote><font size=1 face="Verdana, Arial, Helvetica" id=quote>quote:<hr height=1 noshade id=quote>
a Spilimbergo
<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

OT: W il baccalà!!!<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>


<hr height=1 noshade id=quote></BLOCKQUOTE id=quote></font id=quote><font face="Verdana, Arial, Helvetica" size=2 id=quote>

UN REGALINO PER STOKKE:

Baccalà mantecato (Veneto)



----------------------------------
baccalà bagnato 1 kg.
latte 1 litro
prezzemolo tritato 2 cucchiai
acciughe 3 filetti
1/2 spicchio d’ aglio -tritato-
olio di oliva 500 ml
sale e pepe q.b.

Asciugate bene il baccalà. In una pentola capiente riscaldate il latte,
aggiungete il pesce e fate cuocere a fuoco basso e pentola coperta per almeno 20 minuti.
Con il mestolo bucato, trasferite il pesce in uno scolapasta e lasciatelo scolare fino a quando
non si sarà asciugato bene.
Tenete da parte il latte.
Mettete nel mixer il pesce, aggiungete il prezzemolo, le acciughe,
l’aglio e frullate bene fino a quando gli ingredienti si sono ben amalgamati.
Continuate a frullare aggiungendo l’ olio a filo e mescolate fino a quando il composto
non si sarà completamente sfibrato, diventando bianco e spumoso come una crema.
(Tradizionalmente, questo lavoro si faceva in un mortaio).
Salate e pepate e versate tanto latte (quello tenuto da parte) quanto si ritiene
che occorra per dare una consistenza cremosa.
Si serve freddo, accompagnandolo con crostoni di polenta bianca o gialla, arrostiti alla griglia.
<img src=faccine/7.gif border=0 align=middle>

Stokkeloppet
Messaggi: 2473
Iscritto il: 4 nov 2005, 15:18

Messaggioda Stokkeloppet » 9 nov 2010, 18:02

Grazie!
In liguria facciamo una cosa molto simile che si chiama "brandacujun", anche da noi si faceva a mano in un contenitore (non il mortaio che è rigorosamente riservato al pesto!) tenuto in grembo, da cui il nome<img src=faccine/2.gif border=0 align=middle>.
Mi sa che in qualche uggiosa giornata (che ultimamente non manca) mi cimenterò anche nella versione veneta<img src=faccine/5.gif border=0 align=middle>

migly
Messaggi: 1548
Iscritto il: 25 dic 2004, 11:53

Re: PRESENTAZIONE UTENTI

Messaggioda migly » 14 gen 2018, 23:06

up!
:-)

Nikosan
Messaggi: 23
Iscritto il: 23 feb 2018, 20:56

Re: PRESENTAZIONE UTENTI

Messaggioda Nikosan » 24 feb 2018, 10:23

Nicola classe 68. Nuotatore master e snowboarder da 20 anni ( iniziato quest' anno con il fondo ) . Assistente di volo. Sposato da 17 anni una figli di quasi 14 anni che con me ha iniziato 1 mese fa a Siusi la pratica di questo meraviglioso sport . Veneto di Mestre ma trasferito a Roma da 28 anni .


Torna a “Presentazione iscritti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti